I forconi arrestano un ex deputato (video)

Tutto sarebbe partito nella serata di martedì, a causa di un messaggio lanciato sulla pagina facebook “catena umana intorno al Parlamento italiano”: un appuntamento fissato per le 21,30, una diretta video e il chiaro invito, trasmesso dal creatore della pagina, ad arrestare deputati e senatori in forza di una sentenza della Corte di Cassazione. Questa, secondo lo stesso, andrebbe ad interpretare l’art. 383 del c.p, che però è rubricato “interdizione dai pubblici uffici” e si occupa esclusivamente di disciplinare aspetti concernenti la figura del patrocinatore. Un grande equivoco giuridico quindi, almeno da ciò che si evince attraverso il video. E’ probabile che il protagonista del filmato alludesse al più “congeniale” art. 283, rubricato “attentato contro la costituzione dello stato”: purtroppo neanche questo articolo del nostro Codice Penale sarebbe bastato a un comune cittadino per ordinare l’arresto di un parlamentare.

Messaggi e iniziative come se ne vedono tante sul mondo del web. Stavolta però il virtuale prende forma e puntualmente la mattina seguente, quella del 14 dicembre, l’impossibile si trasforma in realtà: un gruppo di persone in Via degli Uffici del Vicario, notando l’ex parlamentare Osvaldo Napoli intrattenersi ai microfoni di “Striscia la Notizia”, circondano lo stesso cominciando a rammentargli alcuni articoli del codice penale. Ma è dopo qualche risata dell’ex politico che avviene l’incredibile: i cittadini invocano gridando l’arresto dello stesso, cominciando a strattonarlo con veemenza. A un iniziale momento d’imbarazzo segue l’intervento delle forze dell’ordine, intente a vanificare l’arresto messo in scena dal piccolo gruppo di cittadini: dopo qualche secondo di confusione Napoli riesce a sfuggire e il tutto si risolve con 11 denunce a carico dei responsabili. Questi ultimi faranno sapere di appartenere al movimento dei forconi, gruppo distinto dalla pagina facebook citata poco sopra. Probabile quindi si sia trattato di una semplice coincidenza nonostante le tempistiche inducano ad un nesso causale più stringente tra i due eventi.

A ogni modo il clima risulta essere rovente. Che questo sia solo il primo, goffo, episodio di un fenomeno ben più preoccupante?

 

torna alla homepage di lineadiretta24

leggi altri articoli dello stesso autore 

@federicolordi93

Vuoi commentare l'articolo?

Federico Lordi