Gazzaniga (BG), scontro tra autobus alla fermata; un morto (video dell’incidente)

Ieri alle 13 a Gazzaniga in provincia di Bergamo uno scontro tra due autobus nei pressi del terminal ha causato la morte di un ragazzo. Il sinistro è avvenuto all’orario di uscita delle scuole quando le fermate degli autobus sono gremite di adolescenti in età scolare. La dinamica non è ancora del tutto chiara, ciò che si sa al momento è che un autobus che rientrava al terminal di Gazzaniga ha urtato un altro autobus diretto ad Ardesio che era in sosta per caricare i passeggeri. Tre ragazzi sono stati travolti e schiacciati tra i due veicoli.

Uno di loro, Luigi Zanoletti, quattordicenne di Ardesio, è morto nella sala operatoria dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, mentre i chirurghi cercavano di salvargli la vita. Un altro dei feriti, un sedicenne di Valgoglio, è stato trasportato all’ospedale San Gerardo di Monza con le gambe schiacciate e rischia l’amputazione degli arti. Il terzo ferito, un quattordicenne di Ardesio, è in condizioni meno gravi ed è stato ricoverato ad Alzano.

Gli inquirenti stanno cercando di stabilire con precisione cosa sia successo. Sul posto sono arrivati immediatamente oltre agli elicotteri del 118 di Brescia e Bergamo e varie unità dei Vigili del Fuoco (Clusone. Gazzaniga, Bergamo), anche i Carabinieri di Fiorano. I veicoli presenti sul posto sono stati bloccati dalle autorità mentre gli altri sono stati deviati. La stazione di Gazzaniga è uno snodo del traffico importante non solo per il traffico locale ma anche per tutto quello per la parte alta della valle del fiume Serio.

La SAB, l’ente gestore del servizio di trasporto pubblico locale extraurbano a Bergamo e provincia, ha diramato un comunicato ufficiale: «SAB esprime il proprio cordoglio per quanto accaduto a Gazzaniga (BG), apprendendo la notizia della morte di uno dei ragazzi coinvolti nell’incidente. Nel manifestare vicinanza alla famiglia del ragazzo, ai feriti, alle loro famiglie, SAB conferma di essere a completa disposizione delle Autorità al fine di chiarire l’esatta dinamica dell’incidente».

 

Vuoi commentare l'articolo?

Francesco Corrado