Festa della Donna : la grande bufala storica

Martedì 8 Marzo sarà la ricorrenza della “festa della Donna”, giornata dell’orgoglio e del diritto femminile. Spesso l’opinione comune tende a legare questo giorno di rivendicazione, di uguaglianza e di diritto ad un fantomatico incendio avvenuto l’8 Marzo del  1908 a New York nella fabbrica “Cotton & Cottons” .

La leggenda narra della manifestazione di un movimento operaio femminile che rivendicava i propri diritti contro inumane condizioni lavorative a cui  erano sottoposte nell’esercizio del cotone; lo sciopero proseguì fin quando,  una volta all’interno della fabbrica, il proprietario Johnson le segregò  sbarrando tutte le vie di fuga dell’edificio che fu poi pervaso da un incendio provocando  la morte delle operaie sindacaliste. Ora, come appare evidente da fonti ufficiali come quelle del  “Museum Of The City Of New York”, la storia dell’incendio del “Cotton” è una bufala sulla quale si è costruito un falso mito per anni; il riferimento storico impreciso si riferisce verosimilmente ad un altro evento  luttuoso avvenuto, però, il 25 Marzo del 1911 nella fabbrica del “Triangle” dove, in una tragica giornata primaverile, un incendio distrusse l’edificio uccidendo 146 operari (donne in numero maggiore) italiani ed ebrei di origine europea. La prima giornata dedicata ai diritti delle donne, “Woman’s Day” , si tenne il 1908 a New York quando centinaia di donne parteciparono alla conferenza della socialista Corinne Brown, nella quale si discusse dello sfruttamento lavorativo, delle discriminazioni sessuali e del diritto al voto delle donne; l’anno seguente, il 23 febbraio, fu festeggiata la prima ed ufficiale “Festa della Donna” . Dopo la “conferenza di Copenhagen” del 1910 molti furono i paesi che aderirono alla giornata del diritto femminile come la Germania ,l’ Austria,la  Svizzera e la Danimarca che istituirono i festeggiamenti per  la prima volta il 19 Marzo del 1911; in Francia la manifestazione si tenne il 18 Marzo 1911 mentre in Svezia si svolse il primo Maggio in concomitanza con la Giornata del Lavoro.

"festa della donna"

In Italia la prima festa della Donna si tenne, per opera del Partito Comunista, il 12 Marzo del 1922; il simbolo della mimosa  fu adottato nel 1946 da un’idea di Teresa Noce, Rita Montagnana e Teresa Mattei. Anche qui  la semplicità e la praticità storica sovrastano e sminuiscono la poesia e le leggende costruite negli anni: la mimosa fu scelta come simbolo rappresentativo della “festa della Donna” in quanto fiore di stagione, facilmente reperibile e a basso costo.

 

Torna alla homepage di Lineadiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

Raffaele Patti