Falchi in aereo? Negli Emirati Arabi si può, basta pagare il biglietto

Su un aereo di linea si può trovare di tutto: bambini che piangono, vicini invadenti, cibo immangiabile… Ma certamente in pochi possono vantare di aver viaggiato su un aereo di linea in compagnia di ottanta falchi da caccia comodamente seduti sui sedili riservati ai passeggeri. È stato un utente di Reddit, tale lensoo, che lo scorso 30 gennaio avrebbe condiviso una foto piuttosto bizzarra inviatagli da un amico, accompagnata dalla seguente didascalia: “Un principe saudita ha comprato il biglietto ai suoi 80 falchi”. L’anonimo principe avrebbe regolarmente acquistato 80 biglietti aerei per se stesso e per gli animali occupando con la sua flotta personale la metà di un velivolo. Gli animali, tutti rigorosamente muniti di paraocchi e passaporto, erano assicurati al proprio posto con cinture di sicurezza omologate a dimensione di rapace e accompagnati dagli addestratori. La foto, ovviamente, non poteva che diventare virale!

Vedere questi nobili volatili occupare la cabina principale di un aereo di linea se si è in Medio Oriente non dovrebbe sembrarci poi così strano: negli Emirati Arabi, infatti, è noto che il falco sia l’emblema nazionale. I falconieri della Penisola araba sono attualmente i più appassionati al mondo, supportati da apparati governativi che incentivano ed appoggiano l’antica e nobile pratica della falconeria come passatempo delle élite locali e si interessano, inoltre, anche alla preservazione dei rapaci selvatici. Secondo alcune stime negli Emirati Arabi Uniti si spenderebbero annualmente circa 27 milioni di dollari nella difesa degli uccelli da preda.

Sui siti delle compagnie mediorientali, come ad esempio quello della Qatar Airways, ci sono sezioni dedicate con regole ben precise per il viaggio dei falchi. Sul sito della compagnia Etihad si può leggere: “Accettiamo il trasporto di falchi nella cabina dell’aeromobile a condizione che si forniscano tutti i documenti necessari”. Dunque, quando viaggiate, sappiate che negli Emirati è possibile portare con se il proprio animale da compagnia, soprattutto se si tratta di un falco.

Vai alla home page di LineaDiretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore
Twitter: @Claudia78P

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellegrini

Nasce a Sora nel lontano 1978. Cresce divorando libri di ogni genere e consumando penne su fogli di quaderno. Tra una storia e l’altra si diploma al Liceo Classico, e sceglie di lasciarsi alle spalle la Ciociaria ed i gatti per tentare la fortuna a Roma dove, nel corso degli anni, consegue prima una Laurea Magistrale in Lettere Moderne, e poi, più per noia ed abitudine che per amore dello studio, ritorna nei corridoi della Sapienza per conseguirne un’altra in Editoria e Scrittura. Lettrice seriale e maniacale (toglietele tutto ma non i suoi libri), “gattara” e pizzaiola, divoratrice di film horror e serie tv, nonostante sia ormai un reperto archeologico ancora non ha trovato la sua strada nel mondo. Forse è nascosta tra le pagine di un libro magari scritto proprio da lei.