In arrivo a giugno la Facebook TV con 24 show originali

Con la Facebook TV in arrivo a giugno il social network più famoso del mondo è pronto ad insidiare anche il mercato delle grandi serie. È la risposta di Mark Zuckerberg a Twitter, Snapchat, Youtube, ma anche a giganti del calibro di Netflix: saranno 24 le produzioni originali trasmesse in streaming, destinate ai circa due miliardi di utenti attivi su Facebook. Le serie che andranno in onda sulla nuova Facebook TV, infatti, sono state pensate appositamente per fare concorrenza a titoli di grido quali House of Cards o Scandal.

Facebook in questo campo si va ad aggiungere ad altri social network che hanno già deciso di espandere il proprio mercato. Twitter ha già allargato il suo raggio d’azione scegliendo di offrire contenuti video in streaming 24 ore al giorno, sette giorni su sette. La stessa Snapchat, secondo recenti indiscrezioni diffuse dalla stampa Usa, avrebbe già stretto partnership con società del calibro di Universal, DiscoveryBbc, Abc, Metro-Goldwyn-Mayer e avrebbe in corso trattative con Cbs e Fox. Il futuro del piccolo schermo è su internet? I social network, Facebook in prima linea, ci sperano. Mark Zuckerberg ha scelto di puntare non solo a produzioni di fascia alta capaci di rivaleggiare con le migliori serie TV, ma anche a prodotti di nicchia, destinati ai giovanissimi.

La decisione è in linea con la spinta che ultimamente Facebook ha dato sul fronte dei video. Sono cresciuti, infatti, i contenuti in live streaming e su Instagram sono state introdotte le storie. Tutto in preparazione della Facebook TV prevista per giugno. Un nuovo modi di fruire il social network, ma anche per guadagnare tramite inserzioni ed inserirvi pubblicità. Nel frattempo, Zuckerberg continua a negoziare con le compagnie media le licenze per programmi tv di qualità e di lunga durata.

 

Vai alla home page di Lineadiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter autore: @JoelleVanDyne_

Vuoi commentare l'articolo?

Viola D'Elia

Nata 27 anni fa, ha vissuto a Roma, Istanbul e in India. Sempre pronta a fare le valigie, sogna di vedere ogni angolo di mondo. Oltre a coltivare ambizioni alla Jules Verne, i suoi interessi includono accumulare libri, la musica e il cinema. E’ capace di commuoversi ogni volta che rivede Hugo Cabret; ama scrivere e fare domande, ma non riceverne. Specialmente di lunedì mattina. Crede fermamente nella filosofia di Big Fish: «Tenuto in un piccolo vaso il pesce rosso rimarrà piccolo, in uno spazio maggiore esso raddoppia, triplica o quadruplica la sua grandezza».