Equitalia lancia Se Mi Scordo: il nuovo servizio che ci insegue anche con gli sms

Equitalia lancia Se Mi Scordo – SMS, il nuovo servizio a disposizione del cittadino voluto dall’amministratore delegato Ernesto Maria Ruffini, che rientra nella riforma messa in campo da Equitalia per fornire un nuovo servizio e strumenti più innovativi. Sarà dedicato a tutti i contribuenti che hanno un piano di rateizzazione attivo che sono interessati a ricevere un promemoria in caso di affidamento ad Equitalia di un nuovo carico da riscuotere (cartelle/avvisi di accertamento esecutivo/avvisi di addebito).

Come si attiva? “Se Mi Scordo” può essere attivato in due modi: rivolgendosi ad uno dei 202 sportelli della società di riscossione, ma anche direttamente sul portale. Nel primo caso è necessario compilare un semplice modulo in cui, oltre ai tradizionali dati personali e al codice fiscale, si deve scegliere se indicare il proprio numero di cellulare oppure la email su cui ricevere comunicazioni da parte di Equitalia. Per attivarlo dal sito del Gruppo è necessario avere le credenziali e quindi accedere nell’area riservata e seguire le indicazioni per registrarsi.

Quando sarai avvertito? Tre i casi in cui il contribuente riceverà una comunicazione. Prima che arrivi una cartella, se ad Equitalia è stata affidata la riscossione di una somma a carico; se c’è un piano di rateizzazione attivo e non si ha pagato la metà del numero massimo delle rate previste per la decadenza; se si ha un piano di rateizzazione attivo e manca una sola rata da pagare per decadere.

Equitalia ci tiene ad informare che “Se Mi Scordo” è un servizio puramente informativo, non sostituisce in alcun modo la notifica di un atto e non ha quindi alcun valore né vincolo giuridico nel rapporto tra gli utenti e l’azienda di riscossione e può essere revocato in qualsiasi momento.

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

 

Vuoi commentare l'articolo?

Marco Juric

si avvicina al calcio giocato, e alla Roma, grazie alla chioma fluente di Giovanni Cervone. Non contento, pur rimanendo folgorato dalla prima autobiografia di Roy Keane, non si innamora del Manchester United, ma del Nottingham Forest. Dopo i primi trent’anni di osservazione partecipante, ha quindi deciso di passare gli altri trenta che gli rimangono a scriverne.