Emanuele Pirozzi cade dall’obelisco e muore

Napoli: un giovane studente di 23 anni, Emanuele Pirozzi, si arrampica sull’obelisco, cade e muore.

Erano le 5 di venerdì mattina quando è avvenuta la tragedia: lo studente era in piazza San Domenico Maggiore, in compagnia di alcuni amici con i quali stava festeggiando un compleanno. A un certo punto la decisione della folle impresa: arrampicarsi sull’obelisco dedicato a San Domenico mentre gli amici lo riprendevano col cellulare. Ma arrivato in cima, Emanuele avrebbe chiesto aiuto perché non riusciva a scendere. Infatti, la caduta è avvenuta mentre stava cercando di scendere dall’obelisco: un piede messo male forse, che gli ha fatto perdere l’equilibrio e lo ha fatto precipitare giù, facendogli riportare ferite su tutto il corpo.

emanuele pirozziA nulla è servito il trasporto presso l’Ospedale Loreto Mare, dove i medici non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Si attende ora l’autopsia sul corpo del ragazzo, cercando quindi di chiarire anche le circostanze. Molti i video acquisiti dagli inquirenti: qualcuno gira anche sul web e mostra la crescente preoccupazione degli astanti e degli amici che gli urlano di fermarsi, di aspettare; qualcuno propone di chiamare i vigili del fuoco, ma è troppo tardi perché Emanuele non si ferma, deve scendere così come è salito e da lì la tragedia.

In città si parla di Emanuele Pirozzi come di un “ragazzo tranquillo“, il che fa escludere l’ipotesi suicidio e tendere invece verso l’ipotesi “bravata“. Figlio di genitori divorziati, abitava con il nonno nel quartiere Vomero e in estate andava a stare con la madre in Cilento, dove svolgeva qualche lavoretto per mantenersi; studiava Composizione presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli. Insomma una bravata che gli è costata cara e che lascia tutti senza parole.

 

Vai alla home page di Linea diretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @ludovicapal

Vuoi commentare l'articolo?

Ludovica Pallotta