Draghi presenta la squadra di governo. Oggi il giuramento

Proposta a Mattarella la lista dei 23 ministri. Oggi alle 12 il giuramento al Quirinale, la prossima settimana il voto alle Camere

Durante il colloquio con il Presidente della Repubblica Mario Draghi ha sciolto la riserva con cui aveva accettato l’incarico di formare il governo lo scorso 3 febbraio, e ha proposto a Sergio Mattarella la sua lista di 23 ministri.

Il quale ha accolto tutti i nominativi – secondo il dettato costituzionale avrebbe anche potuto muovere obiezioni, com’è accaduto in passato – dando appuntamento per oggi alle 12 nel Salone delle Feste del Quirinale per il giuramento.

A una prima analisi il Presidente del Consiglio incaricato, ben lungi da un profilo ‘tecnico’ (8 i ministri tecnici e 15 i politici), con le nomine politiche ha inteso premiare le ali più moderate ed europeiste dei partiti della nuova maggioranza, imprimendo una ulteriore svolta alla dinamica politica italiana; ha voluto tenere per sé la gestione dei rapporti con Bruxelles, non prevedendo alcuna delega per gli affari comunitari; ha prestato fede all’impegno sulla transizione ecologica come asse centrale dell’agenda governativa, visto che già lo è del Recovery Fund (oltre 70 miliardi di euro su 209).

Le figure incaricate sono già esperte della macchina ministeriale e vantano competenze consolidate, segno che non c’è tempo da perdere e che, dopo la fase dei politici che hanno studiato ‘all’università della strada’, è tornato il tempo delle competenze, dell’esperienza, degli spessori curricolari e di tutto ciò che ancora poco tempo fa il senso comune definiva “casta”.

Con diverse continuità con il Governo Conte bis (Lamorgese, Franceschini, Speranza, D’Incà, Di Maio, Guerini, Bonetti, Dadone e Patuanelli, che cambiano dicastero), i ministeri economici affidati a persone di fiducia (Franco, Giovannini), alcuni ritorni di peso (Carfagna, Brunetta, Gelmini, Orlando) e diverse novità eccellenti, per peso politico (Giorgetti) o meriti “tecnici” (Cartabia, Cingolani, Colao).

La lista completa dei ministri che hanno giurato oggi sulla Costituzione è la seguente:

Federico D’Incà (M5S) Rapporti con il Parlamento

Vittorio Colao (tecnico) Innovazione tecnologica

Renato Brunetta (FI) Pubblica amministrazione

Maria Stella Gelmini (FI) Affari regionali

Mara Carfagna (FI) Sud

Elena Bonetti (IV) Pari opportunità

Erika Stefani (Lega) Disabilità

Fabiana Dadone (M5S) Politiche giovanili

Massimo Garavaglia (Lega) Turismo

Luigi Di Maio (M5S) Esteri

Luciana Lamorgese (tecnico) Interno

Marta Cartabia (tecnico) Giustizia

Daniele Franco (tecnico) Economia

Lorenzo Guerini (PD) Difesa

Giancarlo Giorgetti (Lega) Sviluppo economico

Stefano Patuanelli (M5S) Agricoltura

Roberto Cingolani (tecnico) Transizione ecologica

Enrico Giovannini (tecnico) Infrastrutture

Andrea Orlando (PD) Lavoro

Patrizio Bianchi (tecnico) Istruzione

Cristina Messa (tecnico) Università

Dario Franceschini (PD) Cultura

Roberto Speranza (LeU) Salute

Roberto Garofoli (tecnico) Sottosegretario alla presidenza del Consiglio

Vai alla home di LineaDiretta24

Leggi articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

Sergio Celestino

Sergio Celestino è nato a Torino da qualche anno. E' cresciuto al mare, ma anche a Seattle, Brugge, Anversa e Firenze; ora vive nei pressi di un'antica città etrusca, vicino Roma, e non ha gatti. Viaggia con lo zaino per tenere mente aperta e braccia libere, dice. Da piccolo era biondo ma ora è architetto; tuttora del capricorno, è a tempo pieno camminatore e luogologo.