Dirottamento Egypt Air, l’atto di un idiota

Dirottamento dell’aereo della Egypt Air. Non sembrano esserci ragioni politiche dietro al gesto che nella giornata di ieri è stato compiuto da Seif Eldin Mustafa, cittadino egiziano. L’uomo, che indossava una finta cintura esplosiva, ha dirottato il volo che dal Cairo doveva raggiungere Alessandria d’Egitto. Ha inizialmente richiesto che il volo andasse ad Istambul, primo errore di Mustafa, ma non c’era abbastanza carburante a bordo. Così ha deciso di far atterrare l’aereo a Cipro. Dopo l’iniziale ed ovvia paura però sono cominciate ad emergere varie stranezze. Fonti del governo cipriota hanno tenuto immediatamente a chiarir che il dirottatore non era un terrorista, ma un idiota. Questa una delle prime dichiarazioni trapelate “Non è un terrorista, è un idiota. I terroristi sono pazzi, non stupidi. Lui invece è proprio stupido”. Tra le persone a bordo anche un italiano, Andrea Bianchetti.

 

dirottamento

L’ostaggio italiano Bianchetti

Come racconta Bianchetti, che fosse un dirottamento anomalo lo hanno cominciato a pensare quando Mustafa ha chiesto ad una hostess se poteva scattargli una foto col telefonino insieme ad uno degli ostaggi con la finta cintura esplosiva in bella mostra. L’ostaggio ha anche fatto una faccia buffa. La foto poi se la sono mandata tutti gli ostaggi come foto ricordo. Nel mentre sono arrivate le richieste del dirottatore. O almeno, una sola. Che venisse recapitata una lettera alla moglie cipriota, madre di quattro figli di Mustafa. La signora è stata convocata in aeroporto ma non si sa se poi si sono incontrati. Lo stesso Bianchetti dice «la paura che certo all’inizio c’è stata ma alla fine ho provato un po’ di pena per quell’uomo che non voglio giustificare ma che comprendo, perché da quello che ho capito pare abbia fatto tutto questo per amore”. La stessa cintura esplosiva era fatta malissimo Più che una bomba mi sembrava un groviglio di cose a casaccio, e l’ho anche detto alla polizia quando sono uscito lasciando a bordo gli altri tre ostaggi: “Io faccio il meccanico, quel fagotto sembra finto, per me non ha nessuna bomba”. Anche gli altri ostaggi lo hanno definito “apparentemente ubriaco ma gentile” ed anche “sembrava uno anormale”. Alla fine tutti gli ostaggi sono stati liberati e Mustafa arrestato per il dirottamento più ridicolo di sempre.

 

Vai alla home page di LineaDiretta24

 

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

Massimo Silla

Appassionato di lettura, scrittura, pittura, insomma di qualunque cosa non richieda uno sforzo fisico. Nostalgico e cialtrone ha intrapreso innumerevoli carriere,tra le quali il Babbo Natale, senza mai eccellere in nessuna