DdL Concorrenza e RCA: tutto quello che c’è da sapere sulla nuova legge

Il disegno normativo sulle assicurazioni sulla concorrenza e le tutele per i consumatori sta facendo avanti e indietro fra Senato e Camera. A momento il decreto è in attesa della quarta revisione in Senato. Non si sa quando il testo sarà legge in modo definitivo, ma cerchiamo di capire in questo momento come stanno le cose. Per l’assicurato che cosa cambia? Cosa dice in sostanza questa legge?

Novità nel settore assicurativo, in particolare per l’RC Auto ( http://www.conte.it/polizze-assicurative/auto/ ): sta per entrare in vigore il DdL Concorrenza, che parla anche di RCA, a cui Gentiloni ha già dato la sua approvazione. In realtà il decreto sta passando dalla Camera al Senato per la sua quarta revisione, ma è probabile che a breve questo ping pong termini e che gli assicurati si ritrovino con una nuova legge. Alcuni punti erano già stati stabiliti e approvati, altri sono spuntati di recente e hanno destato molto scalpore. Cerchiamo di fare una panoramica.

Punti confermati del DdL Concorrenza

I punti che sembrano già essere stati approvati sono i seguenti.

Trasparenza sulle tariffe

Gli agenti assicurativi secondo il decreto legge saranno obbligati a proporre all’assicurato anche tariffe più convenienti. I premi assicurativi quindi devono essere comunicati in modo chiaro e trasparente dagli intermediari. Questi hanno l’obbligo legale di proporre le varie opzioni, anche di diverse compagnie di assicurazione, prendendoli dalla banca ufficiale di dati dell’IVASS. Affinché il contratto assicurativo sia valido inoltre, il cliente deve firmare un certificato nel quale dichiara di aver ricevuto tutte le informazioni in merito ai premi delle diverse compagnie in trasparenza, comprese le più convenienti. Se questo documento non c’è, il contratto d’assicurazione può essere annullato.

Sconti a scelta del cliente, facoltativi

Sono previsti sconti facoltativi se il cliente permette alla compagnia di assicurazioni di verificare prima le condizioni dell’auto, se permette l’installazione della scatola nera sull’auto, se fa installare un dispositivo per il controllo di tasso alcolemico che abilita o meno l’accensione del mezzo. Queste misure possono prevenire i sinistri, per questo danno sconti aggiuntivi. L’importo degli stessi è disciplinato dall’IVASS e a questi devono sottostare tutte le compagnie, pena in caso contrario una salata sanzione. Questa norma sembra essere destinata agli assicurati virtuosi che risiedono in zone ad alta sinistrosità.

Controllo sui testimoni

In caso avvenga un sinistro con danni a cose, dovrà essere comunicato immediatamente nella denuncia il nominativo dei testimoni. In questo modo sarà più facile individuare i nominativi dei falsi testimoni, apparentemente sempre presenti, forse un po’ troppo. I testimoni falsi in questo modo verranno individuati più facilmente.

Punto in discussione: tacito rinnovo

Pare che si stia nuovamente discutendo su un’eventuale reintroduzione nell’RC Auto del tacito rinnovo. Questo prevede che alla scadenza di una polizza, senza disdetta scritta della stessa, la polizza viene automaticamente sottoscritta. Questo obbligo era già stato cancellato alcuni anni fa, ma rischia di tornare per approvazione della Camera, ma pare valere solo per le coperture non obbligatorie del ramo danni: per esempio furto e incendio e simili. La questione è un po’ strana e sembra da alcuni punti di vista un po’insensata. Alcuni giornali escludono che la cosa abbia a che vedere con l’RCA.

In attesa della versione definitiva del decreto legge, rimaniamo in attesa. Nel frattempo per un’assicurazione completa e conveniente il consiglio è quello di continuare come la maggior parte degli italiani a rivolgerci alle assicurazioni online, con un’ottima qualità prezzo.

Vuoi commentare l'articolo?

Redazione