Come contrastare il divario digitale grazie alla connessione internet via radio

Come contrastare il divario digitale grazie alla connessione internet via radio

Sembra quasi assurdo ma ancora oggi, nel 2021, esiste il cosiddetto digital divide, ovvero la divisione digitale che intercorre tra le località dove è possibile connettersi ad internet e le altre località dove invece non c’è nessuna copertura. Sul territorio della penisola infatti ci sono alcune zone, in genere piccoli paesi isolati, letteralmente esclusi dal web. Questo ovviamente crea notevoli disagi, specialmente in un periodo come quello attuale dove occorre fare tutto tramite computer, lezioni a scuola, all’università, esami, colloqui ecc.

Una soluzione al digital divide: internet via radio

Lo sviluppo costante della tecnologia ha permesso di individuare alcuni strumenti che garantiscono un accesso ad internet in ogni dove, come la connessione via radio. Sempre più aziende si stanno specializzando in questo settore e tra di esse spicca l’italiana Eolo che da anni ormai offre la possibilità di avere internet casa anche dove l’adsl o la fibra non arrivano.

Il segreto della connessione ad Internet via radio è la tecnologia Fixed Wireless Access (meglio conosciuta con l’acronimo FWA). In poche parole, la connessione avviene non mediante la rete telefonica bensì mediante onde radio. Queste infatti vengono trasmesse con estrema facilità nell’etere e di conseguenza garantisce una maggiore copertura. Per poter funzionare al meglio, molte aziende hanno istallato una fitta rete di antenne in giro per la penisola in modo da permettere a chiunque di avere un accesso alla rete. In questo modo è stato possibile garantire un servizio di connessione a banda ultra larga che coinvolge ogni singola parte della penisola.

Cosa serve per navigare in rete con la connessione radio

Visto e considerato che la connessione via radio è completamente wireless, è agevole desumere che per navigare in rete non sono necessario i soliti cavi o il classico telefono di casa. Tutto ciò che serve infatti è una antenna (che viene istallata direttamente dai tecnici professionisti) indirizzata verso il ripetitore più vicino. Non è indispensabile nemmeno il cosiddetto router, l’antenna infatti può essere connessa anche direttamente al computer. Tuttavia, per permettere a più persone di connettersi contemporaneamente è necessario istallare un modem, questo infatti garantisce anche una migliore esperienza di navigazione. Non tutti sanno inoltre che la connessione via radio è completamente indipendente dalla linea fissa, il che significa che non si è costretti ad avere il telefono fisso a casa, con conseguente risparmio di denaro.

A chi serve maggiormente internet via radio

Ovviamente questa tecnologia è pensata per tutti coloro che risiedono in quelle particolari zone d’Italia in cui tutt’oggi non esiste la banda larga. Inoltre c’è da considerare anche tutte quelle persone che abitano in quelle zone dove c’è un minimo di copertura che però non garantisce una adeguata esperienza di navigazione. Questo può rendere di fatto vana la copertura, a nessuno infatti serve una connessione lentissima che non permette di fare le più semplici operazioni in tempi ragionevoli. Infine, la connessione via radio può essere utile a tutti coloro che, nonostante abitino in zone coperte dalla fibra o dall’adsl, vogliono una connessione ancora più potente e stabile. È bene sottolineare inoltre che questa particolare modalità di connessione può essere anche utile per tutti coloro che possiedono una seconda casa ad esempio, per le quali esistono delle vere e proprie offerte dedicate.

I vantaggi di internet via radio

I vantaggi di avere la connessione ad internet via radio sono sicuramente molteplici, quello più semplice e facilmente intuibile è l’ampia copertura sulla zona nazionale. Un altro vantaggio interessante sono i costi, essi infatti sono più bassi rispetto alle classiche modalità di connessione (via adsl o via fibra). Infine è bene sottolineare che ad oggi internet via radio offre un servizio di connessione a banda ultra larga di tipo asimmetrico il che significa che la velocità di download è uguale a quella di upload.

 

Vuoi commentare l'articolo?

Redazione