Confronto fra Trump e Gentiloni: oggi il primo colloquio

Confronto fra Trump e Gentiloni: alle 10 e un quarto di oggi, ora italiana (16.15 ora americana), è prevista la prima tlefonata tra il neoeletto Presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

I punti cardine del confronto fra Trump e Gentiloni saranno le misure antiterrorismo, la crisi libica, i rapporti con l’Unione Europea e soprattutto con la Russia. Si discuterà inoltre anche del programma del G7, che quest’anno sarà ospitato dalla città di Taormina. Tuttavia Gentiloni aveva già avuto occasione di esprimere il suo punto di vista sul governo Trump ed in particolare sul decreto antiterrorismo, nella trasmissione televisiva Che tempo che fa: “Abbiamo lavorato con Kennedy e con Nixon, con Bush e con Obama, lavoreremo anche con Trump ma abbiamo dei valori a cui noi, Governo italiano, e noi, Europa, non rinunciamo: il protezionismo per noi non è una soluzione, l’immigrato deve accettare delle regole, ma deve essere accolto e non respinto. La società aperta per noi è un valore da difendere – sottolineando- e’ paradossale che a Davos ne parlasse il presidente cinese dato che la Cina non e’ un modello da questo punto di vista. Noi europei, Trump o non Trump, abbiamo questi valori e li dobbiamo difendere”. Intanto proprio riguardo il decreto antiterrorismo Trump non sembra navigare in buone acque: le restrizioni riguardanti il vietato accesso ai cittadini provenienti da sette paesi sono state infatti bloccate su base nazionale dal giudice di Seattle James Robart. L’inginzione restrittiva era stata richiesta da Washington e Minnesota, che avevano giudicato piuttosto discriminatorio il provvedimento.

Trump ha in agenda altri colloqui telefonici con Petro Poroshenko, capo di Stato ucraino, Jens Stoltenberg, segretario generale della Nato, e con il primo ministro neozelandese Bill English.

Vai alla home page di LineaDiretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore
Twitter: @ludovicapal

Vuoi commentare l'articolo?

Ludovica Pallotta