Cinema in lutto: è morto Curtis Hanson, il regista di L.A. Confidential

Il regista Curtis Hanson, autore di moltissimi drammi, thriller e commedie che hanno fatto la storia del cinema degli ultimi trent’anni, è morto nella sua casa di Hollywood all’età di 71 anni. Secondo alcune fonti Hanson sarebbe stato colpito da un infarto, mentre un portavoce della polizia di Los Angeles ha parlato di “cause naturali”. Il regista era affetto da tempo dal morbo di Alzheimer. Era nato a Reno, in Nevada, ma era cresciuto a Los Angeles. Da adolescente girava filmini in 8mm e faceva pagare al pubblico di amici 50 centesimi a biglietto per le proiezioni che organizzava in casa sua. Presto aveva lasciato il liceo per praticare giornalismo cinematografico per poi arrivare direttamente alla sceneggiatura, e infine al debutto dietro la macchina da presa con “Sensualità morbosa”, thriller del 1972. Tra gli altri lavori dell’esordio ricordiamo anche il thriller hitchcockianoLa finestra della camera da letto” del 1987, con James Spader e Rob Lowe e “Cattive compagnie” del 1990.

La fama arrivò con la pellicola del 1992 “La mano sulla culla“, in cui Rebecca De Mornay vestiva i panni di una tata psicopatica in cerca di vendetta. Il suo film più celebre è sicuramente il celebre “L.A. Confidential”, adattamento del capolavoro di James Ellroy che, nel 1997, arrivò agli Oscar (in questa occasione Hanson vinse nella categoria migliore sceneggiatura non originale). La pellicola, peraltro, lanciò nella carriera hollywoodiana Russell Crowe, co-protagonista con Guy Pearce, Kevin Spacey e Kim Basinger. Fu sempre Hanson, nel 2002, il responsabile dell’unica prova attoriale di Eminem in “8 Mile”.

Tra le sue pellicole più recenti ricordiamo “In Her Shoes”, una commedia con Cameron Diaz del 2005, e “Le regole del gioco” del 2007, con Eric Bana e Drew Barrymore. L’ultimo film a cui Hanson ha lavorato è stato “Chasing Mavericks”, del 2012, incentrato sulla figura del surfista californiano Jay Moriarity (nella lavorazione di questo film il regista subì un infarto e fu sostituito da Michael Apted).

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Claudia78P

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellegrini

Nasce a Sora nel lontano 1978. Cresce divorando libri di ogni genere e consumando penne su fogli di quaderno. Tra una storia e l’altra si diploma al Liceo Classico, e sceglie di lasciarsi alle spalle la Ciociaria ed i gatti per tentare la fortuna a Roma dove, nel corso degli anni, consegue prima una Laurea Magistrale in Lettere Moderne, e poi, più per noia ed abitudine che per amore dello studio, ritorna nei corridoi della Sapienza per conseguirne un’altra in Editoria e Scrittura. Lettrice seriale e maniacale (toglietele tutto ma non i suoi libri), “gattara” e pizzaiola, divoratrice di film horror e serie tv, nonostante sia ormai un reperto archeologico ancora non ha trovato la sua strada nel mondo. Forse è nascosta tra le pagine di un libro magari scritto proprio da lei.