Chinaglia diventa santo: l’incredibile gaffe della figlia di Trump

CHINAGLIA DIVENTA SANTO PER UNA SERA – Metti una sera a cena in un ristorantino tipico romano. Alle “cave di Sant’Ignazio” per gli amici semplicemente da Sabatino. Sui muri ci sono vari crocifissi, una foto di Padre Pio e nel mezzo quella di un uomo all’apparenza in preghiera, capelli lunghi, braccia aperte al cielo, sguardo ascetico e abbigliamento semplice. La domanda sorge quasi spontanea: “Chi è questo santo?”. Peccato che quello nella foto non sia un santo, ma un famoso giocatore della Lazio. Ecco cosi che per una sera Giorgione Chinaglia diventa santo, San Chinaglia da Formello. La gaffe già farebbe ridere cosi, ma se a farla è Ivanka, figlia dell’attuale Presidente degli Stati Uniti, Donald, allora diventa anche un fatto di cronaca, come riportato in un video postato sul portale dell’Ansa. Un’altra piccola perla da aggiungere al repertorio di una delle famiglie più bizzarre mai entrate nella Casa Bianca.

POPOLARITÀ IN CALO – Se per la povera Ivanka i problemi si fermano quando Chinaglia diventa santo, altrettanto non si può dire per Trump senior. Il Presidente infatti, in visita a Roma in questi giorni, secondo un sondaggio della Fox vedrebbe i propri consensi colare a picco. Solo il 40% degli elettori americani approva il lavoro svolto fin qui da Donald, mentre ben il 53% lo boccia senza appello. Numeri in netto calo rispetto al 45 e 48% di un solo mese fa. Anche il Russiagate sembra aver influito sull’opinione degli americani verso il loro presidente, secondo il 44% degli americani lo scandalo con la Russia ha aiutato il Tycoon a vincere le elezioni e il 68% approverebbe la nomina di un procuratore speciale per indagare a fondo sulle ingerenze della Russia nelle vicende politiche americane. Che gli americani si siano già pentiti della loro coraggiosa scelta anti establishment?

Chinaglia diventa santo
Vai alla home page di Lineadiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Mauro.Zini14

Vuoi commentare l'articolo?

Mauro Zini

Coach di basket, aspirante giornalista sportivo, laureando in comunicazione pubblica e d'impresa, sarebbe fantastico saper fare almeno una di queste cose. Appassionato di libri, cinema e serie TV, praticamente un Nerd da quando non era di moda esserlo.