Chikungunya: identificati tre casi ad Anzio

Si chiama Chikungunya, la malattia di questa fine estate trasmessa dalle zanzare, che in Italia nel 2007 colpì circa 250 persone nelle città di Castiglione di Cervia e Castiglione di Ravenna. Ad Anzio, in questi giorni, sono stati identificati tre casi dall’Istituto Superiore di Sanità e l’INMI Spallanzani.

“Il virus responsabile della Chikungunya appartiene alla famiglia delle togaviridae, del genere degli alphavirus. È trasmesso dalle zanzare del genere Aedes, come Aedes aegypti (la stessa che trasmette la febbre gialla e la dengue) ed è presente soprattutto in zone rurali, mentre è raro o addirittura assente in vicinanza dei centri abitati. Un altro importante vettore è Aedes albopictus, comunemente chiamata zanzara tigre, che è anche presente nei centri abitati del nostro paese”, spiegano sul sito dell’ISS. I sintomi sarebbero simili a quelli di una semplice influenza: febbre alta accompagnata da brividi, cefalea, nausea, vomito. Da segnalare, in particolare, l’insorgere di artralgie piuttosto importanti, “tali da limitare molto i movimenti dei pazienti che quindi tendono a rimanere assolutamente immobili e assumere posizioni antalgiche”: non a caso Chikungunya in lingua swaili significa letteralmente “ciò che curva/contorce”. È possibile la comparsa di un esantema pruriginoso. Inoltre, sempre sul sito dell’ISS, si specifica:”i pazienti hanno riferito la comparsa dei sintomi nel mese di agosto e nessuno di essi aveva viaggiato all’estero nei 15 giorni che hanno preceduto a l’insorgenza dei sintomi. Al momento quindi l’ipotesi più verosimile è che i casi si siano infettati nell’area di domicilio.”

Tuttavia gli esperti assicurano che la possibilità di contagio siano molto basse e che comunque i sintomi scompaiano nel giro di pochi giorni, eccetto i dolori articolari, che sembrano invece persistere per mesi. Intanto, è stato attivato il piano di monitoraggio della malattia e di disinfestazione affinchè il contagio non si estenda ulteriormente. Allo stesso scopo sono state bloccate le donazioni di sangue per i prossimi 28 giorni, per chi ha soggiornato nel comune di Anzio.

Vai alla homepage di LineaDiretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore
Twitter: @ludovicapal

Vuoi commentare l'articolo?

Ludovica Pallotta