Charlie è incurabile: Bambino Gesù a lavoro per accoglierlo

I medici dell’ospedale pediatrico di roma, “Bambino Gesù”, sarebbero a lavoro da giorni per mettere a punto un protocollo che permetta di assistere il piccolo Charlie secondo i desideri dei genitori. Lo studio circa il trattamento da apportare al minore sarebbe al momento condotto insieme ad alcuni esperti statunitensi, stando a quanto riportato dall’Ansa.

Secondo alcuni medici della struttura, nonostante quella di Charlie sia una patologia senza diagnosi o cure al momento esistenti, vi sarebbero ancora delle possibilità per assisterlo al meglio e garantire ai genitori un trattamento dignitoso.

Da Londra fanno però sapere (continui i contatti tra il Bambino Gesù e il Great Ormond Street Hospital, struttura che al momento ospita Charlie Gard) che il trasferimento del minore a Roma sarebbe impedito da due sentenze delle corti britanniche e da una della CEDU. L’unica possibilità per addivenire a questa eventualità sarebbe la promessa da parte dell’Ospedale Pediatrico romano a rispettare la sentenza, impegnandosi quindi a staccare la spina e a interrompere ogni tipo di trattamento sanitario. Ipotesi immediatamente scartata da Mariella Enoc, presidente dell’istituto: «Loro non possono trasportare il bambino a meno che non applichiamo il protocollo indicato dalla Suprema Corte, che prevede di non praticare nessuna cura al bambino e di staccare la spina. E’ ovvio che abbiamo risposto di no».

torna alla homepage di Lineadiretta24

leggi altri articoli dello stesso autore

Charlie è incurabile

Vuoi commentare l'articolo?

Federico Lordi