Champions: la Roma tenta l’impresa

Torna la Champions. Stasera al Bernabeu Real Roma. I giallorossi sono chiamati all’impresa all’impresa. Da ribaltare la sconfitta (0-2) maturata all’Olimpico due settimane fa grazie ai gol di Cristiano Ronaldo e Jese.

Il ritorno degli ottavi di Champions cade in un buon momento per i giallorossi. La Roma di Spalletti, infatti, arriva da sette vittorie consecutive in campionato dove ha ritrovato un gioco brillante e imprevedibile soprattutto davanti grazie al tridente El Shaarawy-Perotti-Salah. Il mister giallorosso spera in un gol in apertura per riaprire la pratica della qualificazione. Pochi dubbi per gli undici titolari. Le defezioni di Rudiger, in difesa, e di Nainggolan, a centrocampo, alzano le quotazioni rispettivamente per Zukanovic e Keita. Rimane fissa la difesa a quattro, quel tridente delle meraviglie e si rivede dal primo minuto Dzeko. Si profila dunque un 4-2-3-1 con:

Szczesny; Florenzi, Manolas, Zukanovic, Digne; Keita, Pjanic; Salah, Perotti, El Shaarawy; Dzeko.

Dall’altra parte il Real Madrid, nonostante l’ultima vittoria ai danni del povero Celta Vigo travolto 7-1, si trova in una situazione non troppo felice. I malumori in casa madridista ormai sono una costante in questa stagione. Da Benitez a Zidane la classifica della Liga non migliora. La distanza con i blaugrana, primi della classe, è di ben 12 punti e il secondo posto è a 4 punti di distanza occupato dall’Atletico Madrid. Dunque per i blancos è vietato sbagliare in Champions. In conferenza stampa Zidane ribadisce l’importanza a tenere alta la concentrazione. Per la formazione che scenderà in campo dal primo minuto qualche dubbio in più soprattutto per il modulo. Sicura la difesa a 4, per il centrocampo ballottaggio Modric-Kroos, entrambi non al meglio, e James-Jese con quest’ultimo favorito sul colombiano. Si profila un 4-3-3:

Navas; Carvajal, Varane, Sergio Ramos, Marcelo; Casemiro, Kroos (Modric), Isco; Bale, Ronaldo, Jese.

Si prevede un Real Roma pieno di emozioni e per nulla scontato.

Twitter: @Francesco Nespoli

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

Francesco Nespoli

Laureato in lettere moderne all'università di Torino e in "Editoria e Scrittura" alla Sapienza. Appassionato di vari sport tra cui calcio, tennis e rugby ma di gran lunga il preferito non è tra questi. Si tratta, invece, del buon, caro, vecchio, sano subbuteo (s'intenda che parlo dell'old subbuteo e non della variante moderna definita con un asettico e privo di fantasia "calcio da tavolo"). Idolo indiscusso non può che essere l'ornitologo Peter Adolph accompagnato da P. P. Pasolini e dal cinico Nanni Moretti (quello di Palombella Rossa, in particolare).