Causa McCartney Beatles, la battaglia infinita per i diritti delle canzoni

Paul McCartney ha ufficialmente avviato un’azione legale negli Stati Uniti per poter riacquisire, dopo decenni, i diritti sulle canzoni dei Fab Four. La causa McCartney Beatles ha precedenti alquanto travagliati: i diritti sulle canzoni della band, inizialmente di proprietà della Northern Songs (società fondata da John Lennon e McCartney stesso), furono ceduti alla ATV Music dall’editore musicale della stessa NS, Dick James, contro la volontà dei diretti interessati, che cercarono di rientrarne in possesso senza troppo successo. Anche in seguito alla morte di John Lennon furono fatti diversi tentativi di acquisire il catalogo musicale di ATV, ma nessun accordo andò mai a buon fine.

I Beatles persero così il controllo sul loro repertorio fin da subito, già a partire dalla fine degli anni ’60. Nel 1981 Paul McCartney si lamentò della situazione con Michael Jackson, in occasione della loro collaborazione per il singolo Say say say. Jackson si interessò alla situazione tanto da decidere di recuperare il catalogo musicale dei Beatles, acquistando la ATV Music per 24,4 milioni di sterline nel 1984. L’acquisto della società era già stato proposto allo stesso McCartney, che però aveva rifiutato a causa del prezzo troppo alto. Nel 1995 il catalogo del Re del Pop si fuse con quello della Sony Music, ed è qui che la causa McCartney Beatles arriva ai giorni nostri.

Paul McCartney intende avvalersi di una legge americana del 1976 (il cosiddetto Copyright Act), che offre la possibilità agli autori di reclamare i diritti sulle proprie opere, ma solamente dopo 56 anni dalla pubblicazione. Il catalogo tornerà disponibile nel 2018, e McCartney ha già messo al lavoro i suoi legali per poter tornare in possesso dei diritti delle canzoni dei Fab Four firmate da lui e da John Lennon. Se l’azione legale dovesse avere successo, Paul McCartney potrà finalmente riacquisire la metà dei diritti sui brani dei Beatles, sebbene solamente negli Stati Uniti.

 

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @JoelleVanDyne_

Vuoi commentare l'articolo?

Viola D'Elia

Nata 27 anni fa, ha vissuto a Roma, Istanbul e in India. Sempre pronta a fare le valigie, sogna di vedere ogni angolo di mondo. Oltre a coltivare ambizioni alla Jules Verne, i suoi interessi includono accumulare libri, la musica e il cinema. E’ capace di commuoversi ogni volta che rivede Hugo Cabret; ama scrivere e fare domande, ma non riceverne. Specialmente di lunedì mattina. Crede fermamente nella filosofia di Big Fish: «Tenuto in un piccolo vaso il pesce rosso rimarrà piccolo, in uno spazio maggiore esso raddoppia, triplica o quadruplica la sua grandezza».