Rogo Castel Fusano, arrestato il terzo piromane

Roma – Arrestato il terzo piromane coinvolto nell’incendio della pineta di Castel Fusano. Sarebbe un iracheno di 36 anni con regolare permesso di soggiorno. L’operazione è stata condotta dai carabinieri del gruppo forestale di Roma, i quali hanno letteralmente colto in flagranza di reato l’uomo mentre era alle prese con un innesco composto da fiammiferi e fil di ferro, oltre a essere in possesso di un secondo ordigno: l’uomo non ha fornito giustificazioni al momento dell’arresto, risultando così essere il terzo fermato nel giro di pochi giorni.

Il sospetto è però che nella pineta alle porte della capitale si annidino ulteriori piromani pronti all’azione: dubbio fondato sui numerosi ritrovamenti di inneschi di vario genere.

Lo scorso 19 luglio era stato fermato dai carabinieri un uomo di 63 mentre, circolando su via Villa di Plinio su una bicicletta, tentava di innescare ordigni già posizionati all’interno della pineta. L’uomo ha molti precedenti penali a proprio carico, tra reati patrimoniali e personali. Ora si trova nel carcere di Regina Coeli e gli inquirenti stanno cercando di capire se vi siano connessioni tra lui e il primo dei tre arrestati, un idraulico 28enne di Busto Arstizio.

 

torna alla homepage di lineadiretta24

leggi altri articoli dello stesso autore

@federicolordi93

Vuoi commentare l'articolo?

Federico Lordi