Caso Banca Etruria, Pierluigi Boschi verso l’archiviazione

Non ci sarebbe nessun processo all’orizzonte per Pierluigi Boschi nell’ambito del caso Banca Etruria: è quanto emerge da una fonte vicina alla procura di Arezzo, orientata a chiedere l’archiviazione. Boschi è stato vicepresidente fino al 2015 dell’Istituto bancario toscano, una delle quattro banche salvate dal crac grazie al cosiddetto decreto “salva banche”. Pierluigi Boschi è indagato per la liquidazione di 700 mila euro concessa all’ex direttore generale dell’istituto bancario aretino, Luca Bronchi. La liquidazione era stata approvata proprio dall’ultimo consiglio di amministrazione guidato da Lorenzo Rosi, di cui faceva parte come consigliere Pierluigi Boschi.

Già il gup di Arezzo, Annamaria Loprete, aveva precedentemente individuato come possibili responsabili soltanto il presidente Rosi e il direttore generale Luca Bronchi. Nessun coinvolgimento per il papà dell’ex ministra per le riforme: il procuratore Roberto Rossi sembra intenzionato a chiudere il caso senza sollecitare nessun rinvio a giudizio. Il 6 agosto scorso, invece, secondo quanto scrive Repubblica, sono arrivate dalla Consob multe per quasi un milione di euro agli ex vertici della banca. Sanzionato anche Boschi per 90 mila euro in virtù dell’incarico ricoperto, mentre all’ex presidente Giuseppe Fornasari e all’ex direttore generale sono state recapitate multe rispettivamente per 100 mila e 120 mila euro.

Per la Consob, i manager avrebbero nascosto la grave situazione finanziaria e l’alto profilo di rischio delle obbligazioni ai propri clienti. “Nonostante i rilievi di Bankitalia – scrive l’organo di vigilanza – il cda di Banca Etruria non modificò i profili di rischio dei bond abdicando con ciò ai propri doveri di diligenza e correttezza nei confronti della clientela“. L’organo di vigilanza ha anche reso noto di aver rifiutato la richiesta di alcuni sanzionati di non rendere pubblico il provvedimento. Previsto per ottobre, invece, il processo per bancarotta che coinvolge venti componenti del consiglio di amministrazione in carica dal 2008 al 2011.

Vai alla home page di Lineadiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter autore: @JoelleVanDyne_

Vuoi commentare l'articolo?

Viola D'Elia

Nata 27 anni fa, ha vissuto a Roma, Istanbul e in India. Sempre pronta a fare le valigie, sogna di vedere ogni angolo di mondo. Oltre a coltivare ambizioni alla Jules Verne, i suoi interessi includono accumulare libri, la musica e il cinema. E’ capace di commuoversi ogni volta che rivede Hugo Cabret; ama scrivere e fare domande, ma non riceverne. Specialmente di lunedì mattina. Crede fermamente nella filosofia di Big Fish: «Tenuto in un piccolo vaso il pesce rosso rimarrà piccolo, in uno spazio maggiore esso raddoppia, triplica o quadruplica la sua grandezza».