Caramelle Rossana addio? I lavoratori protestano

Non si fa altro che parlare di caramelle Rossana in questi giorni sui social network. La notizia è che il polo produttivo di Perugia smetterà di produrre le storiche caramelle. La caramella Rossana è nata nel 1926 come prodotto Perugina ed è entrata a far parte del Gruppo Nestlè nel 1988.
La Nestlé vuole investire 60 milioni di euro nei prossimi tre anni «per rafforzare il marchio Perugina in Italia e all’estero», escludendo dal progetto proprio le famose caramelle Rossana. A lanciare l’allarme è stata Carla Spagnoli, bisnipote della fondatrice della Perugina e presidente del Movimento per Perugia, che ha dichiarato sui giornali: «La Nestlé non aveva e non ha nessuna intenzione di investire nei prodotti storici della Perugina e i sindacati hanno le loro colpe».

Nestlè, con il suo piano industriale, intende puntare a potenziare lo stabilimento di San Sisto, infatti in una nota dichiara: «puntiamo a potenziare lo stabilimento di San Sisto per confermarne la posizione come uno dei poli produttivi di eccellenza del cioccolato all’interno del gruppo Nestlé, per rafforzare la posizione dello storico marchio in Italia e per fare di Perugina un simbolo del “Made in Italy” in tutto il mondo».
Non sono mancate nemmeno le proteste, le prime sono arrivate proprio dai lavoratori, che hanno visto improvvisamente traballare i loro posti di lavoro, con un’ora di sciopero a fine turno lavorativo per tutta la giornata del 1° Marzo. Poi, le proteste, sono sbarcate anche in rete.

A seguito delle proteste, sono state riportate da molti giornali le smentite da parte dell’azienda sulla fine delle caramelle Rossana. Il Gruppo Nestlè ha spiegato che per la Rossana ci sono due strade possibili: «o si trova un imprenditore, magari umbro, disposto a rilevare la produzione e a mantenerla a livello locale. Oppure Nestlé deciderà di produrre la propria caramella altrove, assicurando nessun problema a livello occupazionale».

 

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @AlfoRic85

Vuoi commentare l'articolo?

Alfonso Riccitelli

Mi chiamo Alfonso Riccitelli sono nato a Piedimonte Matese in provincia di Caserta, trasferito a Roma dove mi sono laureato in Scienze Politiche, ho collaborato con uniroma.tv e radiosapienza come speaker. Le mie passione sono il cinema e le serietv americane, seguo anche lo sport specie il calcio e la pallacanestro. Il mio sogno è di diventare un giornalista, magari affermato.