Cade lampione stadio, 13enne precipita dalla tribuna

Un ragazzo di 13 anni è rimasto ferito in modo serio a Belvedere Spinello (Crotone) mentre stava assistendo ad una partita di seconda categoria allo stadio tra il Belvedere Spinello e le Stelle Azzurre di San Giovanni in Fiore. Un lampione dell’illuminazione gli è caduto addosso tra la testa e la spalla, facendolo precipitare dalla tribuna con un volo di due metri. Le sue condizioni sono apparse subito gravi, così da essere trasferito immediatamente in elisoccorso all’ospedale di Catanzaro. Ora però il ragazzo sembra essere fuori pericolo e, ricoverato nel reparto di Neurochirurgia, gli è stata riscontrata una frattura alla spalla e suturate alcune ferite al viso. Secondo quanto si è appreso pare che il tredicenne si sia reso conto che il palo stesse cadendo e, per questo, si sia lanciato in avanti evitando conseguenze più gravi.

Dopo l’accaduto la partita di seconda categoria è stata sospesa e sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno avviato gli accertamenti, anche se pare ci sia poco da accertare se non che la gran parte degli stadi e delle strutture sportive in Italia siano pericolanti e fatiscenti, e che dunque urgerebbero di costante manutenzione per evitare incidenti di questo tipo o peggio, tragedie ben più gravi. Troppo spesso si sottovaluta la sicurezza di questi luoghi pubblici che accolgono migliaia di persone, datati e spesso non a norma. Tribune che scricchiolano, uscite di evacuazione bloccate, bagni fuori uso e lampioni che ondeggiano. L’anno scorso la gara tra Martina Franca e Casertana venne rinviata proprio a causa di un faro della luce pericolante.

Torna alla HomePage di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

@vale_gallinari

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina Gallinari

Nata in una città di mare, da quando vive a Roma si domanda se la presenza dei gabbiani in giro per il centro, sia l'inequivocabile presagio della fine del mondo...Laureata in storia dell'arte, ama la fotografia, le vecchie polaroid, il cinema e il mercato di Testaccio di sabato mattina. Aspirante giornalista, trascorre il suo tempo tra gatti e mostre fotografiche, ma soprattutto a sperare che questo sogno diventi realtà.