Bufale online, un disegno di legge contro la diffusione in rete di notizie false [VIDEO]

Bufale online, arriva il disegno di legge contro la diffusione di notizie false

Tempi duri si prospettano per i burloni della rete. Al momento di tratta soltanto di un’idea, ma la proposta di una legge contro la diffusione della bufale in rete, le cosiddette fake news, potrebbe diventare presto realtà. Le linee guida del disegno di legge sono state presentate in Senato e prevedono multe per tutti: fino a 5000 euro per coloro che condivido una notizia falsa e non la rimuove, mentre per coloro i quali rappresentano una minaccia per la democrazia inneggiando all’odio, la multa sale a 10.000 e sono previsti più due anni di reclusione. “Disposizioni per prevenire la manipolazione dell’informazione online, garantire la trasparenza sul web e incentivare l’alfabetizzazione mediatica”.

Bufale online

Questo il titolo del ddl presentato da Adele Gambaro, senatrice ex membro del Movimento Cinque Stelle la quale ha affermato che si tratta di “una battaglia a tutela dei cittadini che non deve lasciare fuori nessuno. Il provvedimento che ho presentato è un primo passo per aprire un dibattito più ampio che non riguardi solo il mondo politico, ma tutti gli attori della società civile. Non vogliamo mettere un bavaglio al web né sceriffi, ma normare quello che è diffuso e non ha regole”. Gli avvocati Francesco Paolo Micozzi e Giovanni Battista Gallus, non sono però dello stesso avviso e manifestano qualche dubbio circa questo provvedimento poiché rischierebbe di minare la libertà di espressione. L’idea arriva dalla Germania, quando nel dicembre dello scorso anno Thomas Oppermann, il capogruppo del partito socialdemocratico (Spd) aveva parlato di una possibile legge che obblighi i social network a predisporre un ente nel paese per moderare le bufale 24 ore su 24: Facebook avrebbe ricevuto una multa di 500mila euro Per ogni bufala non cancellata entro un giorno, queste le dichiarazione del politico tedesco.

<iframe width=”400″ height=”228″ src=”//player.sky.it/player/external.html?id=326362″ frameborder=”0″ allowfullscreen=”true”></iframe>

Bufala o non bufala? Questa volta sembra proprio di no.

 

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @_mchiara

Vuoi commentare l'articolo?

Mariachiara Oliva

Più conosciuta sotto falsa identità, i suoi migliori amici sono i libri, la musica e la scrittura. Cura un blog e ha scritto un lungo componimento poetico, ma sempre sotto falso nome. Non ama parlare di sé, preferisce che lo facciano gli altri. Ma in sua presenza, che sia chiaro. Da quando collabora con TV & Costume ha capito che il televisore non è solo un'estensione del tavolino.