Bruce Springsteen a maggio il concerto al Circo Massimo

Nata come una voce, ora l’indiscrezione sta prendendo sempre più piede nell’ambiente musicale: Bruce Springsteen verrà in Italia. Se l’idea di Reggio Emilia a Campovolo è ancora più un sogno che un’idea, quella di un concerto del Boss a Roma sta man mano diventando una probabile realtà. C’è anche una data e un luogo: il 14 maggio al Circo Massimo. Andrà risolta però la concomitanza con la 17esima manifestazione “Race for the Cure”, la corsa di 5 chilometri per la lotta al tumore al seno che si svolgerà, questa sì ufficialmente, dal 15 al 17 maggio al Circo Massimo. Un concerto il 14 sera e una maratona la mattina successiva non sono conciliabili, ma gli organizzatori sembrano voler trovare un compromesso per far svolgere entrambe le manifestazioni e permettere al Boss di ripetere quanto fatto dai Rolling Stones due anni fa.

Attualmente Bruce Springsteen è in tournèe negli Usa con “The River Tour 2016”, dove ripropone le venti canzoni dell’album del 1980 “The River” suonate nell’ordine con cui sono uscite sul disco.  È l’album della maturità, quello dei 30 anni, l’ultimo del trittico che lo consegnò alla gloria e Springsteen lo suona tutto dal vivo con altri nove musicisti, tra i quali anche la moglie Patti Scialfa. Per ora le date certe del suo tour si fermano a Los Angeles, con l’ultimo concerto programmato il 17 marzo 2016 e una sua venuta nel vecchio continente non è ufficialmente confermata.

Dal Campidoglio negano qualsiasi richiesta dall’entourage di Springsteen per avere il Circo Massimo, ma le voci si rincorrono e la data di Roma sta prendendo sempre più piede negli ambienti dei fans del Boss, storicamente sempre ben informati. Ad avvalorare la speranza della Capitale è che in questo 2016, sembra riproporsi la situazione del 2013, quando Bruce Springsteen portò il suo “Wrecking Ball Tour” prima in giro per le arene degli Stati Uniti e poi in giro per il mondo tra marzo e settembre, passando per il “Rock in Roma”. Race for the Cure, il Campidoglio e tutti i fans del Boss attendono, ora tocca al cantautore dare una risposta.

Vuoi commentare l'articolo?

Marco Juric

si avvicina al calcio giocato, e alla Roma, grazie alla chioma fluente di Giovanni Cervone. Non contento, pur rimanendo folgorato dalla prima autobiografia di Roy Keane, non si innamora del Manchester United, ma del Nottingham Forest. Dopo i primi trent’anni di osservazione partecipante, ha quindi deciso di passare gli altri trenta che gli rimangono a scriverne.