Bonus cultura, 500 euro per i diciottenni

Da oggi tutti i diciottenni avranno diritto al bonus cultura del valore di 500 euro. Il bonus verrà emanato dal governo in maniera “virtuale”. Potranno richiedere il bonus cultura tutti coloro che hanno compiuto il diciottesimo anno di età nel 2016, compresi i ragazzi stranieri residenti in Italia e con il regolare permesso di soggiorno. Cosa bisogna fare per ottenere il bonus cultura? Bisogna innanzitutto scaricare un’apposita app sul cellulare: “18app”, poi è necessario crearsi una sorta di identità digitale, “Spid”.

Dopo aver effettuato tutti i passaggi necessari per ultimare la registrazione, si potrà mettere mano al “portafogli virtuale”, contenente la somma di 500 euro. Secondo le stime del governo, si tratta di un esercito di diciottenni il cui numero ammonta a 574.000. Il governo, con questa iniziativa a favore dei diciottenni, ha stanziato dei fondi pari a 290 milioni di euro. I soldi potranno essere spesi solo in “servizi per la cultura”. Si potrà andare al cinema e a teatro, partecipare a mostre, frequentare musei, gallerie d’arte, aree archeologiche. Inoltre con il bonus cultura si potranno acquistare dei libri nei negozi aderenti all’iniziativa. Non sono inclusi invece i tablet, i pc e i cellulari.

I ragazzi potranno spendere l’importo di 500 euro fino al 31 dicembre 2017. Le iscrizioni saranno aperte fino al 31 gennaio 2017. Sono già più di mille gli esercenti che hanno aderito all’iniziativa, e che si sono offerti di aiutare il governo in questa sorta di “battaglia contro l’ignoranza”. Si spera che questa iniziativa possa contribuire almeno in parte alla diffusione tra i giovani di un’adeguata educazione sentimentale, che passa inevitabilmente attraverso l’arte e il gusto del Bello. Le nuove generazioni hanno bisogno di imparare ad apprezzare e rispettare la bellezza che ci circonda.

 

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Vale_Perucca

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina Perucca

Valentina Perucca nasce a Roma nel 1982. Dopo aver conseguito la maturità classica si laurea in Lettere e Filosofia, all'Università La Sapienza di Roma. Appassionata di arte, letteratura, musica, viaggi. Specializzata in linguistica e glottodidattica, insegna italiano a tutti coloro che vogliono impararlo. Ama Catullo, Ovidio, Euripide, Sofocle, suoi migliori amici fin dalla più tenera età. Odia gli arrivisti, gli arrampicatori sociali e i cercatori d'oro.