Bombe a New York: Rahami aveva ordinato componenti per gli esplosivi su eBay

Dal diario di Ahmad Khan Rahami, il 28enne di origine afghana arrestato per le bombe a New York ed in New Jersey, emergono diversi particolari inquietanti, in primis il fatto che preferiva morire da martire piuttosto che essere catturato. Negli scritti sono state rinvenute parole di apprezzamento per Osama Bin Laden, fondatore di Al Qaeda, per l’imam americano-yemenita Anwar al-Awlaki (ucciso da un drone Usa nel 2011), per Nidal Hasan, il medico militare americano che provocò la strage di Fort Hood nel 2009, per Syed Rizwan Farook, uno dei due responsabili della sparatoria avvenuta nel 2015 in un centro per disabili di San Bernardino, per Omar Mateen, il ragazzo che nel giugno scorso ha fatto strage in un nightclub di Orlando, ed anche per Tamerlan e Dzhokhar Tsarnaev, i due fratelli che con alcune pentole a pressione provocarono una tragica esplosione alla maratona di Boston del 2013.

In base alle indagini, inoltre, è emerso che Rahami aveva ordinato alcuni componenti per gli esplosivi (acido citrico, cuscinetti a sfere e accenditori elettronici) addirittura su eBay, facendoli poi recapitare al fast food di famiglia. I video estrapolati dal cellulare di un membro della sua famiglia, inoltre, lo ritraggono, due giorni prima che piazzasse le bombe a New York e nel New Jersey, mentre dà fuoco a “materiale infiammabile in un contenitore cilindrico”. Dalle immagini lo si vede chiaramente dare fuoco ad una miccia, si sente il rumore delle fiamme e si vede una nuvola di fumo seguita dalle sue risate. Sempre dalle indagini, inoltre, sarebbe anche emerso il fatto che suo padre, nel 2014, lo avesse segnalato all’FBI come “terrorista”, cosa di cui però i federali, in base alle analisi condotte sui database interni ed ai controlli con le varie agenzie, non avevano trovato riscontro.

Al momento, dalla procura di New York, sono arrivate le prime accuse pesanti: uso di armi di distruzione di massa, tentato omicidio di un poliziotto e porto d’armi illegale.

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Claudia78P

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellegrini

Nasce a Sora nel lontano 1978. Cresce divorando libri di ogni genere e consumando penne su fogli di quaderno. Tra una storia e l’altra si diploma al Liceo Classico, e sceglie di lasciarsi alle spalle la Ciociaria ed i gatti per tentare la fortuna a Roma dove, nel corso degli anni, consegue prima una Laurea Magistrale in Lettere Moderne, e poi, più per noia ed abitudine che per amore dello studio, ritorna nei corridoi della Sapienza per conseguirne un’altra in Editoria e Scrittura. Lettrice seriale e maniacale (toglietele tutto ma non i suoi libri), “gattara” e pizzaiola, divoratrice di film horror e serie tv, nonostante sia ormai un reperto archeologico ancora non ha trovato la sua strada nel mondo. Forse è nascosta tra le pagine di un libro magari scritto proprio da lei.