Bob Dylan non sarà presente alla cerimonia di consegna del Premio Nobel

Bob Dylan non sarà presente alla cerimonia di consegna del Premio Nobel per la Letteratura 2016. Ed esattamente, quale e dove sarebbe la novità? Nessun effetto sorpresa. Bob Dylan, a modo suo, aveva già preannunciato questo probabile ‘non evento’ durante un’intervista da lui rilasciata al quotidiano britannico Daily Telegraph: “A Stoccolma, andrò se potrò”. E chiaramente non può, o semplicemente ha deciso di non volere, seguendo le orme dell’intellettuale francese, Jean Paul Sartre, quando nel 1964 rifiutò il Premio Nobel con la seguente motivazione: “Lo scrittore deve rifiutarsi di essere trasformato in un’istituzione, anche nelle circostanze più onorevoli”. La circostanza onorevole, ovvero la cerimonia di premiazione, è in programma il 10 dicembre, il giorno dell’anniversario della morte del fondatore Alfred Nobel. Ad annunciare la disfatta è stata proprio l’Accademia di Svezia: Bob Dylan non sarà a Stoccolma per ritirare il premio. Il Comitato di Svezia ha raccontato di avere ricevuto una lettera personale in cui Dylan afferma che “desidererebbe poter ritirare il premio personalmente, ma altri impegni lo rendono impossibile”: vorrei ma non posso? Decisamente no. Non può. La comunicazione arriva dopo un mese di silenzio dal conferimento del premio datogli con la motivazione di di essere stato capace “di creare una nuova espressione poetica nella grande tradizione della canzone americana”, lo scorso 13 ottobre. L’atteggiamento di Dylan è stato definito dalla stessa Accademia di Svezia come “inusuale ma non eccezionale”. In effetti, stando ai dati di fatto, nella storia dei Nobel, Dylan non è sicuramente il primo a non presenziare al grande evento per ritirare di persona la ‘palma’ della vittoria. Chi per un motivo, chi per un altro. Nonostante ciò, l’Accademia ha affermato che rispetta la decisione presa da Bob Dylan e che “il premio resta suo”. “Emozionante e incredibile”, è con queste parole (rilasciate con con calma a Sara Danius, segretaria del premio) che aveva commentato, il 28 ottobre, il conferimento del Nobel. Di certo, però, non è incredibile che Bob Dylan non vada a Stoccolma: resta totalmente in linea con il suo personaggio.

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @_mchiara

Vuoi commentare l'articolo?

Mariachiara Oliva

Più conosciuta sotto falsa identità, i suoi migliori amici sono i libri, la musica e la scrittura. Cura un blog e ha scritto un lungo componimento poetico, ma sempre sotto falso nome. Non ama parlare di sé, preferisce che lo facciano gli altri. Ma in sua presenza, che sia chiaro. Da quando collabora con TV & Costume ha capito che il televisore non è solo un'estensione del tavolino.