Bitcoin ai nuovi massimi storici, nessuno vuole scendere dal treno?

La nuova frontiera del trading online, nel 2017, è senza ombra di dubbio quella che è rappresentata dalla scelta di investire in bitcoin. In questi giorni la criptovaluta ha toccato un nuovo record storico in prossimità dei 6.500 dollari anche perché in questo momento tutti comprano e nessuno vuole scendere da un treno che da molto tempo è in corsa. Da qualche mese a questa parte, tra l’altro, l’ascesa delle quotazioni del Bitcoin sta avvenendo a fronte del superamento di ogni notizia avversa a partire, ad esempio, dalla messa al bando delle Initial Coin Offering (ICO) da parte della Cina.

Nonostante qualche scivolone, il Bitcoin ha però superato sinora tutte le crisi raggiungendo una capitalizzazione che attualmente supera la soglia dei 100 miliardi di dollari che corrispondono ad oltre la metà della capitalizzazione di mercato di tutte le altre valute digitali decentralizzate. Il mercato delle criptovalute viene di norma identificato con le transazioni in Bitcoin, ma in realtà ci sono anche l’Ethereum, il Bitcoin Cash, Ripple, il Litecoin, Dash e BitConnect solo per citare le monete virtuali più importanti e le più capitalizzate.

Esistono infatti centinaia di criptovalute sulle quali i migliori broker online permettono di fare trading a fronte dell’assunzione di rischi elevati, per l’investitore privato, in quanto per loro natura le quotazioni delle monete virtuali sono molto volatili. In un solo giorno, infatti, giusto per fare un esempio, il valore di mercato di una criptovaluta può anche raddoppiare così come può pure fare registrare nell’arco di poche ore dei crolli dell’ordine del 50-60%.

I detrattori delle criptovalute già da tempo parlano di bolla speculativa, a partire proprio dal Bitcoin, con la conseguenza che prima o poi i trader, che al momento in maggioranza comprano, tutti insieme alleggeriranno le posizioni andando così ad innescare un vero e proprio collasso generalizzato. Trattasi di uno scenario possibile ma non certo visto che coloro che vedono di buon occhio le monete virtuali decentralizzate, invece, scommettono che questo mercato abbia ancora delle potenzialità elevate, per certi versi ancora inesplorate.

In particolare, chi scommette sulle criptovalute ritiene che il mercato dei Bitcoin, per esempio, sarà sostenuto dalla crescita degli investitori che, nel diversificare gli investimenti, inizieranno a fare trading online anche sulle monete virtuali. Questa tendenza, tra l’altro, è alimentata dal miglioramento dell’accessibilità al mercato delle criptovalute grazie a tanti broker online che, come sopra accennato, propongono tra gli strumenti ed i prodotti finanziari pure quelli che sono legati all’andamento del Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash, Ripple, Litecoin e delle altre tra le monete virtuali più capitalizzate.

Il crollo delle quotazioni delle criptovalute, per verificarsi, dovrebbe prevedere non solo l’uscita dal mercato di tanti investitori, ma anche l’assenza di nuovi trader che possano rimpiazzarli. In più ad oggi è emerso che le azioni e le decisioni dei Governi di mettere il bavaglio alle criptovalute non sono state efficaci visto che, in certi casi, c’è stato solo un temporaneo calo prima di un pronto ritorno delle quotazioni sul sentiero rialzista.

Vuoi commentare l'articolo?

Redazione