Alfano consegna a Palermo 530 beni confiscati

Il Ministro dell’Interno Angelino Alfano, ha consegnato oggi a Palermo, 530 beni precedentemente confiscati alla criminalità organizzata. «I beni della mafia vengono dati a coloro i quali combattono la mafia. Oggi centinaia di beni da noi confiscati sono dati proprio alle forze dell’ordine oltre che alle cooperative e alle attività non lucrative che si occupano di agricoltura e di altri servizi». Alla presenti cerimonia di consegna erano presenti anche Umberto Postiglione, Direttore dell’Agenzia Nazionale dei Beni Sequestrati e Confiscati e Franco Roberti, procuratore nazionale antimafia.

«Mi pare che l’Agenzia per i beni confiscati abbia lavorato molto bene –prosegue Alfano- il prefetto Postiglione sta dando un ulteriore impulso, ora c’è una nuova sfida cioè quella della accelerazione dei tempi della attribuzione dei beni dalla metà campo della illegalità alla metà capo della legalità. In realtà sappiamo che le due metà del campo non sono esattamente divise a metà, perchè noi stiamo vincendo per cui la parte della legalità prevale su quella della illegalità. Ma dobbiamo far si che questo messaggio arrivi in tempi più rapidi ed è per questo che abbiamo fatto ogni sforzo per accelerare i tempi dell’attribuzione dei beni»

Vuoi commentare l'articolo?

désirée canistrà