Arrivano le decorazioni natalizie per la barba

Già da un pò la barba sembra essere tornata di moda, “accessorio” maschile per eccellenza dei cosiddetti Hipster: termine nato negli anni ’40 in America per descrivere gli appasionati di Jazz. Proprio tra gli Hipster -e non solo- sta dilagando una nuova moda tanto insolita quanto natalizia, quella di decorare la propria barba come fosse un albero di Natale. L’idea è nata da un servizio fotografico realizzato per creare delle cartoline di auguri che ritraeva un ragazzo con la sua barba “addobbata”, l’immagine ha spopolato a Londra dove vengono venduti dei Kit di 14 palline realizzate appositamente per la barba. La moda della “Beard Baubles” sembra destinata al successo, infatti alcune ordinazioni di questi kit provengono anche dall’Australia e dall’America. 

Twitter: @amiraabdel13

Vuoi commentare l'articolo?

Amira Abdel Shahid Ahmed Ibrahim

Amira Abd El Shahid Ahmed Ibrahim è nata a Roma, nonostante il nome che sembra uscito da un documentario di Super Quark e il cognome così lungo da convincere il funzionario dell’anagrafe a cambiare mestiere il giorno in cui è venuta alla luce possano depistare circa il suo luogo di nascita. Nata sotto il segno dei pesci è una meticcia: metà del sangue che le scorre nelle vene è arabo. Condivide la sua dimora con due gatti grassi, predilige alla maggior parte delle persone i quadrupedi che non hanno il dono della parola, ma all’occorrenza si adatta a interagire con il genere umano. Dopo la cucina, arte nella quale si diletta spesso per rendere chi la circonda una persona più felice e formosa (perché grasso è bello o perlomeno simpatico) e l’arricciarsi i capelli, Amira ha anche degli hobbies che implicano l’uso del suo quoziente intellettivo come: leggere e scrivere. Due funzioni di elementare apprendimento che lei svolge con grande passione. Collabora con il quotidiano on-line Lineadiretta24 nella sezione Gossip e Tv dal novembre 2013. Caporedattrice della rubrica di viaggi dal 2016. Leggermente sindacalista dentro odia le ingiustizie che “affollano” il pianeta. Conta di cambiare il mondo un giorno, o di conquistarlo.