L’Isis decapita il quarto ostaggio

Quarta vittima mediatica dell’esercito islamico, si tratta del volontario britannico Alan Henning.

L’uomo era partito per la Siria con una missione umanitaria, e lì era stato rapito nel dicembre del 2013. Lascia due figli e una moglie amareggiata. Le modalità dell’omicidio sono le stesse dei tre casi precedenti, nei quali le vittime recitano un messaggio ai propri governi: ‘Pago il prezzo della decisione del Parlamento britannico’, sono state le parole di Henning. Durissima la reazione del premier Cameron, che parla di ‘brutale omicidio” e assicura che verranno presi tutti i provvedimenti necessari per “stanare questi assassini e portarli davanti alla giustizia”: altri raid?

Vuoi commentare l'articolo?

Aurelio Lentini

Laureato in Scienze Storiche presso L'università Statale degli Studi di Milano, oggi conduce una piccola libreria online, collabora con varie testate online, scrive, e tenta di venire a capo del mondo prima che il mondo venga a capo di lui.

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->