Apple, apre a Napoli un nuovo centro di sviluppo App

Apple investe in Italia: aprirà a Napoli il primo centro di sviluppo App d’Europa. Quello della multinazionale di Cupertino è un vero e proprio investimento nel nostro paese che farà diventare l’Italia il primo polo europeo per questo tipo di sperimentazione. Usando le parole del Premier Renzi, quella che nascerà a Napoli sarà “una bella realtà di innovazione” e “una sperimentazione veramente intrigante”. Nello specifico il Centro di Sviluppo App iOS sarà situato in un istituto partner Apple a Napoli, in sinergia con l’Università Federico II e “sosterrà gli insegnanti – spiega una nota ufficiale – fornendo un indirizzo specialistico e preparando migliaia di futuri sviluppatori a far parte della fiorente comunità Apple.” Inoltre, la stessa azienda californiana, lavorerà con partner in tutta Italia che forniscono formazione per sviluppatori aiutandoli a completare questo curriculum e creando ulteriori opportunità per gli studenti.

E’ lo stesso Tom Cook, Ceo di Apple a spiegare il perchè di questo investimento: “L’Europa e’ la patria di alcuni degli sviluppatori piu’ creativi al mondo e siamo entusiasti di aiutare la prossima generazione di imprenditori in Italia ad acquisire le competenze necessarie per avere successo. Il fenomenale successo dell’App Store e’ una delle forze trainanti e presenta opportunita’ illimitate”.

L’area dove nascerà il nuovo centro è ancora in fase di discussione, con Pozzuoli e due quartieri di Napoli come possibili sedi. In testa alle preferenze c’è l’ex polo Olivetti a Pozzuoli, ma non è da escludere l’area di Bagnoli, dove è in corso la bonifica dell’ex area Italsider. C’è anche la zona di San Giovanni a Teduccio dove l’Università Federico II dispone di capannoni ristrutturati della ex Cirio e dove sono già in funzione una trentina di laboratori.

L’ecosistema Apple sostiene oltre 1,4 milioni di posti di lavoro nel mondo, di cui ben 1,2 milioni attribuibili alla comunità di creatori di app, ingegneri software e imprenditori che creano app per iOS. Che una piccola parte di questo immenso motore dell’economia mondiale venga creato in Italia è oggettivamente una vittoria ed un’opportunità incredibile per tutti noi.

Vuoi commentare l'articolo?

Marco Juric

si avvicina al calcio giocato, e alla Roma, grazie alla chioma fluente di Giovanni Cervone. Non contento, pur rimanendo folgorato dalla prima autobiografia di Roy Keane, non si innamora del Manchester United, ma del Nottingham Forest. Dopo i primi trent’anni di osservazione partecipante, ha quindi deciso di passare gli altri trenta che gli rimangono a scriverne.