ZanzaMapp, l’app per combattere le zanzare

Con l’arrivo della bella stagione torna a tormentarci uno degli insetti più odiati e fastidiosi: le zanzare. Per combattere al meglio questo piccolo nemico estivo è arrivata ZanzaMapp, l’app che permette di geo localizzare i punti della città dove si trovano le zanzare.

Quest’invenzione è stata realizzata dal ricercatore dell’Università La Sapienza di Roma Cesare Bianchi, l’intento è quello di delineare una vera e propria mappa interattiva delle zone dove si annidano le zanzare, mettendo così alla portata di tutti la cartina delle zone più colpite. Grazie a questa geo localizzazione si potrà ricorrere ad azioni di bonifica in aree mirate, inoltre ZanzaMapp permette a chiunque di controllare in tempo reale quali sono le zone con la più alta concentrazione di zanzare. Si può anche contribuire all’aggiornamento dei dati presenti sull’app segnalando l’avvistamento di nidi o sciami di zanzare, l’App permette di fotografare il luogo in cui si è avvistato il fastidioso insetto, poi bisogna inserire il numero approssimativo di zanzare avvistate (nessuna, da 1a3, da 3 a 30) e infine l’orario dell’avvistamento dato molto importante in quanto alcune specie di zanzare attaccano l’uomo solo di notte. ZanzaMapp informa anche sulla tipologia di zanzara presente nel luogo che si cerca e sul livello di aggressività dell’insetto, attualmente l’App è disponibile gratuitamente per iOS, Android e Windows Phone.

Recenti studi hanno fatto emergere che alcune persone sono più predisposte alle punture di zanzara, infatti alcuni tipi di DNA sono più “invitanti” rispetto ad altri per questi insetti, mentre la preda per eccellenza è chi ha gruppo sanguigno 0 e una temperatura basale molto alta. ZanzaMapp non sarà un repellente contro le zanzare, ma ci aiuterà sicuramente a capire quali zone evitare e sarà un valido strumento per le autorità competenti per bonificare alcune zone della Capitale.

Vai alla Home Page di Lineadiretta24.it 

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @amiraabdel13

 

 

 

 

 

zanzamapp

 

Vuoi commentare l'articolo?

Amira Abdel Shahid Ahmed Ibrahim

Amira Abd El Shahid Ahmed Ibrahim è nata a Roma, nonostante il nome che sembra uscito da un documentario di Super Quark e il cognome così lungo da convincere il funzionario dell’anagrafe a cambiare mestiere il giorno in cui è venuta alla luce possano depistare circa il suo luogo di nascita. Nata sotto il segno dei pesci è una meticcia: metà del sangue che le scorre nelle vene è arabo. Condivide la sua dimora con due gatti grassi, predilige alla maggior parte delle persone i quadrupedi che non hanno il dono della parola, ma all’occorrenza si adatta a interagire con il genere umano. Dopo la cucina, arte nella quale si diletta spesso per rendere chi la circonda una persona più felice e l’arricciarsi i capelli, Amira ha anche degli hobbies che implicano l’uso del suo quoziente intellettivo come: leggere e scrivere. Due funzioni di elementare apprendimento che lei svolge con grande passione. Collabora con il quotidiano on-line Lineadiretta24 dal novembre 2013. Caporedattrice della rubrica di viaggi dal 2016. Leggermente sindacalista dentro odia le ingiustizie che “affollano” il pianeta. Conta di cambiare il mondo un giorno, o di conquistarlo.