Allarme smog nel Nord Italia: a rischio 24 città

È allarme smog nel Nord Italia: secondo il report pubblicato da Legambiente qualche giorno fa, “L’emergenza smog e le azioni (poche) in campo”, sarebbero ben 24 città ad aver superato i valori annuali massimi di inquinamento dell’aria.

Le regioni interessate sono Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna: tra le città più inquinate Torino, Cremona, Padova e Milano. Immediatamente sono scattate le misure antismog: in Lombardia è stato imposto il divieto di circolazione dei veicoli maggiormente inquinanti e si è ridotta la temperatura nelle abitazioni di circa un grado. Le misure riguardano Milano, Bergamo, Brescia, Cremona, Mantova, Lodi, Monza e Pavia, che risultano essere le città più inquinate nella regione. Allarme smog anche in Emilia Romagna, dove da oggi scatta l’allerta di primo livello per le città di Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena e Rimini; mentre a Piacenza si passa al secondo livello. In Piemonte invece la situazione più critica riguarda la città di Torino, dove il Pm10 ha raggiunto i 114 mcg/mc (il limite, lo ricordiamo, è di 50): il Comune ha infatti invitato la popolazione a non praticare “attività fisica e prolungata all’aperto e, in particolare per anziani, bambini e soggetti con patologie cardiorespiratorie, rimanere il più possibile in ambienti chiusi, evitando anche di aprire porte e finestre“. È stato inoltre raccomandato di muoversi a piedi o in bici per il più breve tempo possibile, lontano dalle vie più trafficate. Divieto di circolazione per le auto euro 4, dalle 8 alle 19.

Bisogna trovare una soluzione: come ha dichiarato all’Ansa la presidente di Legambiente Rossella Muroni “per fronteggiare l’emergenza cronica dello smog, che risente sempre più dei cambiamenti climatici servono interventi strutturali e azioni ad hoc sia a livello nazionale che a livello locale e regionale“, sottolineando l’importanza di estendere il protocollo antismog, riguardante le città del Nord Italia, anche alle altre Regioni.

Vai alla homepage di LineaDiretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore
Twitter: @ludovicapal

Vuoi commentare l'articolo?

Ludovica Pallotta