Alessandria – Milan, la favola continua

Dopo aver battuto Palermo, ai sedicesimi, Genoa, agli ottavi, e Spezia, ai quarti, la favola continua per l’Alessandria. In diretta su rai 2 stasera alle ore 20.45 contro il Milan l’andata di semifinale di Tim Cup. È una storica partita per i grigi che per l’occasione abbandoneranno il loro stadio, il Mocagatta, perché troppo piccolo per ospitare questo evento. Alessandria – Milan si giocherà all’Olimpico di Torino.

Il Milan non può sbagliare. I rossoneri non hanno ancora trovato una continuità né di risultati né di gioco. La classifica langue: sesta a due punti dalla zona Europa. Ecco perché la Coppa Italia diventa una competizione fondamentale per il futuro del Milan. Raggiungere la finale e vincerla significherebbe aggiudicarsi di diritto un posto in Europa League indipendentemente dalla posizione in classifica. Questo traguardo potrebbe essere raggiunto anche nel caso in cui non dovesse vincere la coppa se l’altra finalista, cosa molto probabile, dovesse terminare nei primi 5 posti dalla classifica che le attribuirebbe di diritto un posto in Champions League (se tra le prime 3) o in Europa League (quarta o quinta). A confermare questi fatti ci sono le parole dello stesso Mihajlovic, il quale dichiara che per chi non s’impegnerà contro l’Alessandria non giocherà il derby della Madonnina (in programma nel fine settimana). Dunque è logico ipotizzare che verrà schierata una formazione molto vicina all’ undici titolare. Tra i pali ritrova spazio Abbiati, sicuri del posto Romagnoli, Montolivo, Bonaventura e Bacca. Probabile invece l’impiego di Balotelli, favorito su Niang, per affiancare in attacco il colombiano Bacca. Dall’altra parte, l’ Alessandria accarezza il sogno di scrivere una stagione indimenticabile nella storia del glorioso club piemontese. Mister Gregucci si affiderà probabilmente agli stessi undici schierati contro lo Spezia in Coppa Italia tenendo in panchina l’eroe del passaggio del turno, autore di una doppietta, cioè Bocalon.

Domani sera andrà in scena l’andata dell’altra seminale: Juventus – Inter, affascinante derby d’Italia.

Twitter: @Francesco Nespoli

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Vuoi commentare l'articolo?

Francesco Nespoli

Laureato in lettere moderne all'università di Torino e in "Editoria e Scrittura" alla Sapienza. Appassionato di vari sport tra cui calcio, tennis e rugby ma di gran lunga il preferito non è tra questi. Si tratta, invece, del buon, caro, vecchio, sano subbuteo (s'intenda che parlo dell'old subbuteo e non della variante moderna definita con un asettico e privo di fantasia "calcio da tavolo"). Idolo indiscusso non può che essere l'ornitologo Peter Adolph accompagnato da P. P. Pasolini e dal cinico Nanni Moretti (quello di Palombella Rossa, in particolare).