Al Pantheon una pioggia di petali di fuoco

Domenica 24 Maggio, giorno della Pentecoste, nel Pantheon, a 43 metri d’altezza, i vigili del fuoco lasceranno cadere dall'”occhio del cielo” petali di rose rosse sopra i fedeli. Uno spettacolo suggestivo che concluderà la celebrazione eucaristica delle ore 10.30 officiata da Sua Ecc.za Mons. Santo Marcianò. 

GIOTTO DI BONDONE, Pentecoste, 1304-1306, affresco, Padova, Cappella degli Scrovegni.

GIOTTO DI BONDONE, Pentecoste, 1304-1306, affresco, Padova, Cappella degli Scrovegni.

 

La Pentecoste, o popolarmente pasquarosa, è una festività cristiana celebrata a cinquanta giorni dalla messa pasquale, come suo coronamento. I petali rossi, come lingue di fuoco, ricordano la discesa dello Spirito Santo nel cenacolo, su Maria e sugli apostoli; celebrano la natività della Chiesa quale comunità unita dal medesimo credo. La pioggia di petali è un rito antico, il cui principio si fa risalire, presumibilmente, al 13 maggio 609, giorno in cui Papa Bonifacio IV convertì il Pantheon da tempio pagano a basilica cristiana. 

Una pioggia vellutata di profumati rubini avvolgerà gli astanti in un’atmosfera rituale ed eccezionale: rituale per la sua ciclicità storica ed eccezionale per lo stato di sospensione temporale in cui l’individuo ritrova l’antico legame con un mondo originario.

011-La-pioggia-di--petali-di-rosa

Una meraviglia che affascinerà tutti coloro che decideranno di assistervi!

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina Sannucci