A Star is Born, Lady Gaga e Bradley Cooper insieme per il remake

Bradley Cooper e Lady Gaga reciteranno fianco a fianco in A Star is Born, remake dell’omonimo film del 1937 di William Wellman. Il film sarà il primo che vedrà l’attore debuttare anche dietro la macchina da presa, mentre per Lady Gaga sarà la prima apparizione su grande schermo. Cooper sostiruità Clint Eastwood, che doveva inizialmente dirigere il progetto. Il film originale era interpretato da Frederic March e Janet Gaynor e ne furono fatti due remake: uno del 1954 con Judy Garland e James Mason e l’altro del 1976 con Kris Kristofferson e Barbra Streisand, nel ruolo che adesso sarà di Lady Gaga, all’anagrafe Stefani Joanne Angelina Germanotta.

La storia vede protagonista Jack Maine, noto musicista country dalla carriera in declino (Cooper) e Ally (Gaga) giovane cantante sconosciuta, ma piena di talento. I due inizieranno una relazione che, parallelamente, porterà Ally al grande pubblico, facendone una stella. La sua carriera metterà inevitabilmente in ombra quella di Jack, che dovrà fare i conti con l’accettazione del proprio declino. La sceneggiatura di A Star is Born è di Eric Roth, già autore di Munich e Forrest Gump, mentre le musiche originali sono state scritte, e saranno interpretate, dalla stessa Lady Gaga.

Si inizierà a girare martedì 18 e 19 aprile, in occasione del Coachella Festival, in California, dove verrà registrata la scena di un concerto country. Le riprese saranno aperte al pubblico, che potrà intervenire solo se vestito a tema e dopo aver pagato l’ingresso di 10 dollari: l’incasso sarà devoluto alla Born This Way Foundation di Lady Gaga, fondazione che la cantante ha lanciato nel 2011 insieme alla madre per combattere il bullismo e promuovere la consapevolezza della salute mentale. La data di rilascio di A Star is Born è già fissata per il 28 Settembre 2018.

 

Vai alla home page di Lineadiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter autore: @JoelleVanDyne_

Vuoi commentare l'articolo?

Viola D'Elia

Nata 27 anni fa, ha vissuto a Roma, Istanbul e in India. Sempre pronta a fare le valigie, sogna di vedere ogni angolo di mondo. Oltre a coltivare ambizioni alla Jules Verne, i suoi interessi includono accumulare libri, la musica e il cinema. E’ capace di commuoversi ogni volta che rivede Hugo Cabret; ama scrivere e fare domande, ma non riceverne. Specialmente di lunedì mattina. Crede fermamente nella filosofia di Big Fish: «Tenuto in un piccolo vaso il pesce rosso rimarrà piccolo, in uno spazio maggiore esso raddoppia, triplica o quadruplica la sua grandezza».