50 anni dalla morte di Totò: Napoli si prepara ai festeggiamenti

Il 15 aprile ricorrono i 50 anni dalla morte di Totò e così Napoli si prepara ai festeggiamenti.

Per rendere infatti onore al “principe della risata” l’Università Federico II di Napoli conferirà alla sua memoria una laurea honoris causa in Discipline della Musica e dello Spettacolo. Storia e Teoria “per aver incarnato e portato sullo schermo tutte le ‘articolazioni’ dello spettacolo: dalla mimica alla comica, che gli riuscivano particolarmente spontanee, a quella teatrale e cinematografica, acquisite da una lunga esperienza personale che Totò ha vissuto e saputo catturare. Una cultura che rispecchia anche una napoletanità nobile che, nella sua carriera artistica e sociale, ha sempre rappresentato naturalmente”, come ha dichirato a RaiNews Renzo Arbore. Quest’ultimo, promotore peraltro del conferimento del titolo accademico, sarà presente alla cerimonia che si svolgerà il 5 aprile presso l’Ateneo insieme al Rettore Gaetano Manfredi, Pro-Rettore Arturo De Vivo, e al docente di Letteratura italiana alla Federico II, Matteo Angelo Palumbo. Sarà poi lo stesso Arbore a dedicare un’intera trasmissione ad Antonio de Curtis, in onda il 15 aprile su Rai2.

Ma le iniziative per commemorare i 50 anni dalla morte di Totò non finiscono qui: infatti il Comune di Napoli, oltre a premere per il museo a lui dedicato, che sorgerà all’interno del Palazzo dello Spagnuolo, nello storico Rione Sanità (dove nacque Totò), gli dedica l’edizione 2017 del ‘Maggio dei Monumenti’,  che prenderà il nome di O maggio a Totò. Nel frattempo la Regione, insieme con la Fondazione Campania dei festival e la Fondazione Film Commission, sta preparando la ricostruzione dei set cinematografici dei più bei film di Totò, proprio nelle città in cui sono stati girati. Aspettatevi quindi qualcosa anche davanti la bellissima Fontana di Trevi a Roma e nella stazione Centrale di Milano: chi può dimenticare la scena col colbacco? E ancora spettacoli teatrali a ricordarlo: da Carlo Croccolo con Nel nome di Totò, a Luigi De Filippo con Miseria e Nobiltà. Non sarà quindi solo Napoli a celebrare l’icona della commedia italiana, ma tutta l’Italia: prevista anche l’emissione di una banconota da 5 euro con il ritratto dell’intramontabile Totò.

Vai alla home page di LineaDiretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore
Twitter: @ludovicapal

 

Vuoi commentare l'articolo?

Ludovica Pallotta