2017: anno nero delle produzioni cinematografiche italiane

Il rapporto Anec 2017 sugli incassi italiani in sala al cinema dell’anno appena trascorso è disastroso. Infatti, secondo quando riportato da Anica – Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive Multimediali, il cinema italiano, ha incassato circa 89 milioni di euro in meno rispetto al 2016 per un numero di biglietti venduti inferiore di 13,3 milioni.

Nel report, infatti, si legge:

L’incasso totale del cinema italiano (incluse le coproduzioni) in sala durante l’anno 2017 è stato di € 103.149.979 (17,64% del totale box office; -46,35% rispetto al 2016) per un numero di presenze pari a 16.880.223 (18,28% del numero totale dei biglietti venduti; -44,21% rispetto al 2016). Più nel dettaglio, il cinema italiano ha incassato circa 89 milioni di € in meno rispetto al 2016 per un numero di biglietti venduti inferiore di 13.3 milioni. Il cinema americano ha invece incassato in totale € 387.619.551 (66,28% del box office; +5,24% rispetto al 2016) per un numero di presenze pari a 60.125.924 (65,12% del numero totale di biglietti venduti; +3,37% rispetto al 2016). Più nel dettaglio il cinema statunitense, primo per nazionalità al box office 2017, ha incassato 19.2 milioni di € in più rispetto al 2016 per un numero di biglietti venduti superiore di 1.9 milioni di unità. Seguono, dopo quello americano e italiano, il cinema inglese (39.7 milioni di € incassati al box office; quota mercato: 6,80%; -18,35% rispetto al 2016), la produzione francese (24.7 milioni di € incassati al box office; quota mercato: 4,23%; +112,11% rispetto al 2016) e quella tedesca (5.2 milioni di € incassati al box office; quota mercato: 0,90%; -31,24% rispetto al 2016). La quota del cinema italiano al box office in termini di incassi del 17,64% è la peggiore degli ultimi quattro anni”. E inoltre, sempre nel rapporto Anec 2017, si evidenzia che  “nel 2017 soltanto due produzioni nazionali hanno superato i 10 milioni di € d’incasso. I migliori risultati dell’anno, “L’ora legale” e “Mister Felicità” hanno incassato rispettivamente 10.3mln e 10.2mln di €. Nel 2016, l’anno migliore del periodo in oggetto, i primi due risultati nazionali erano stati registrati da “Quo Vado” (65.3mln) e “Perfetti sconosciuti” (17.3mln). Il solo film di Checco Zalone aveva corrisposto circa il 34% degli incassi e il 31% delle presenze del cinema italiano nel 2016. Rispetto al totale box office, “Quo Vado” aveva invece un “peso” per il 9.9% degli incassi e per l’8.9% delle presenze”. Il rapporto Anec 2017 è un po’ lo specchio dell’ultimo anno, in tutti gli aspetti della vita di un italiano. O forse no?

 

 

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

@_mchiara

Vuoi commentare l'articolo?

Mariachiara Oliva

Più conosciuta sotto falsa identità, i suoi migliori amici sono i libri, la musica e la scrittura. Cura un blog e ha scritto un lungo componimento poetico, ma sempre sotto falso nome. Non ama parlare di sé, preferisce che lo facciano gli altri. Ma in sua presenza, che sia chiaro. Da quando collabora con TV & Costume ha capito che il televisore non è solo un'estensione del tavolino.