19 su 20: quasi en plein del Movimento 5 Stelle

Quasi en plein per il movimento 5 Stelle, che vince al ballottaggio in 19 dei 20 comuni nei quali era impegnato in tutta Italia, di oltre 15.000 abitanti; non solo, quindi , i trionfi di Raggi ed Appendino, che hanno vinto in due tra le più importanti città italiane, ovvero Roma e il capoluogo piemontese Torino.

Se più scontata appariva l’affermazione al ballottaggio della Raggi su Giachetti, prima donna a salire in Campidoglio che ha vinto con un consenso stimato intorno al 67, 2 %, più sorprendente è stata la vittoria di Appendino a Torino, che ha battuto il sindaco uscente Fassino, dato favorito dai sondaggi settimanali. Anche qui la vittoria è stata netta con un’affermazione finale del 54,5 % per la neo sindaca pentastellata contro il 45,4 % del sindaco uscente legato al Partito Democratico. Gli altri diciassette ballottaggi che hanno visto la vittoria del partito di Grillo rimarcano un’affermazione trasversale del partito che vince dalla Sardegna alla Puglia, dal Veneto alla Sicilia e all’Emilia Romagna, passando per Lazio e Piemonte. In Piemonte, oltre alla già citata Torino, si sono avuti successi dei candidati a cinque stelle anche nei comuni di Pinerolo e San Mauro torinese; l’unica sconfitta si è registrata ad Alpignano, dove il movimento è stato battuto da una lista civica. Le restanti vittorie sono state schiaccianti con risultati vicini o superiori al 60% come successo a Carbonia, in Sardegna, con la candidata Paola Massidda. Le altre vittorie si sono avute a Vimercate in Lombardia, a Cattolica in Emilia Romagna, a Chioggia in Veneto e a Castel Fidardo nelle Marche. Nel Lazio, oltre alla già citata Roma, anche Nettuno, Anguillara, Genzano e Marino mentre in Puglia, Ginosa e Noicottaro oltre a Pisticci in Basilicata; in Sicilia ad Alcamo, Porto Empedocle e Favara.

Grossa soddisfazione dei vertici del Movimento per le vittorie al ballottaggio che, in un momento di tal gioia, non perdono occasione di ricordare e ringraziare Casaleggio, il Guru del movimento scomparso qualche tempo fa; per Grillo, “la presa della Bastiglia” è appena cominciata.

 

leggi altri articoli dello stesso autore

Vai alla home page di Lineadiretta24

 

Vuoi commentare l'articolo?

Raffaele Patti