100 presepi: l’esposizione internazionale nelle Sale del Bramante

L’esposizione internazionale 100 presepi ospitata nelle Sale del Bramante, nei pressi della Basilica di Santa Maria del Popolo, è giunta quest’anno alla sua 41esima edizione.

Fruibile fino all’8 gennaio, 100 presepi è stata inaugurata lo scorso 24 novembre, alla presenza del ministro Boschi e del presidente della Pontificia Accademia per la Vita monsignor Vincenzo Paglia, il quale ha sottolineato: “E’ singolare che questa mostra, che ricorda Amatrice, ci riporti proprio lì vicino, dove il presepe è nato, a Greccio: un gesto davvero molto bello. E’ il segno tangibile che il presepe parla ancora, da San Francesco fino a Papa Francesco. In tal senso, è un grande messaggio che rivoluziona anche tanta durezza e tante chiusure di oggi, grazie a quell’amore che cambia, trasforma e rende la vita di tutti più bella: quando si aprono le porte, sono più contenti sia quelli che stanno fuori sia quelli che stanno dentro, perché possono finalmente abbracciarsi”.

L’esposizione raccoglie ben 150 opere artigianali provenienti da diverse regioni italiane, ma anche dall’estero: sono infatti circa 40 i Paesi esteri coinvolti. E ce n’è per tutti i gusti: si va infatti dai materiali più classici, come la ceramica, l’argilla o la terracotta, a quelli più ricercati, come la seta, il cristallo, il rame, la madreperla, senza poi contare l’estro di chi ha realizzato il proprio presepe all’interno di un’anfora o di un casco sostituendo la tradizionale stella cometa con le Frecce tricolori. Nell’ambito della stessa esposizione, è stato inoltre realizzato, in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Roma, un laboratorio dedicato ai più piccoli: i bambini dai 4 agli 11 anni saranno guidati da docenti e studenti dell’Accademia nella realizzazione del proprio Presepe. Il laboratorio è a titolo gratuito, per cui occorre il solo biglietto d’ingresso alla Mostra.

Vai alla home page di LineaDiretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore
Twitter: @ludovicapal

Vuoi commentare l'articolo?

Ludovica Pallotta