Sessanta scuole donate agli Stati messicani colpiti dagli uragani

Ad affiancare il Presidente della Repubblica Enrique Peña Nieto sono stati il Direttore Generale della OME (Organización Editorial Mexicana, la più importante e grande agenzia giornalistica dell’America Latina) Mario Vázquez Raña, il Ministro dell’Istruzione Emilio Chuayffet e il Segretario Generale del Sindacato dei Lavoratori nel settore dell’Istruzione Juan Díaz de la Torre. É stato proprio il direttore del grande editoriale latinoamericano, Vázquez Raña, ad effettuare la donazione in questione, in virtù della sua rilevante posizione nell’ambito della diffusione dell’informazione e della cultura in tutta la grande regione centro e sudamericana. Vázquez Raña ha garantito, durante la cerimonia, la modernità di queste strutture, grazie soprattutto al materiale isoltante termico, che permette il riscaldamento dell’edificio risparmiando energia, e alla schermatura dal calore, che invece assicura la protezione dal calore estivo, di cui sono fatte. La ripartizione delle scuole agli undici Stati messicani, tra cui Guerrero, Michoacán, Chiapas, Veracruz e altri, avverrà in base agli accordi con i singoli governatori di questi, secondo quindi le esigenze e le urgenze di ogni entità.
{ads1}
Riuscire a portare avanti l’impresa di costruire queste sessanta scuole non è stato assolutamente semplice, ha sostenuto il Direttore della Organización Editorial Mexicana, visto il rifiuto di diverse case di costruzione del Paese a sottostare all’impegno. Il risultato comunque è stato raggiunto e ciò che le autorità, presenti alla cerimonia tenutasi a los Pinos, hanno osservato riguarda l’importanza che assumono atti di solidarietà, cooperazione e unione di fronte a grandi problemi come gli uragani. Inoltre, in un momento come quello attuale in cui è in avvio la Riforma dell’Istruzione in Messico, infrastrutture adeguate e partecipazione sociale aiutano a un’efficiente messa in atto di questa.

di Ilaria Francesca Petta

Fonti: http://www.oem.com.mx/oem/notas/n3197454.htm

http://www.oem.com.mx/laprensa/

 

Vuoi commentare l'articolo?

Ilaria Francesca Petta

Più di là che di qua, nel senso metaforico...ma anche letterale. Classe 1986, nasco sotto il segno dei gemelli, di cui sono una chiara rappresentazione. Senza terra sotto ai piedi, con uno spiccato senso internazionalistico, credo che l'Italia sia un Bel Paese in declino, legato ancora a un glorioso passato. Laureata in lingue e traduzione, mi sono immersa in questa odissea, chiamata giornalismo, a 26 anni..forse tardi, ma assicuro che sto recuperando in pieno. Masterizzata in Comunicazione e Media nelle Relazioni Internazionali girovago come tirocinante, al momento nella Commissione europea a Roma.

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->