Berlusconi salvo, niente intercettazioni

I Senatori negano l’autorizzazione all’utilizzo delle intercettazioni tra il leader di Forza Italia e le costose Olgettine: 120 i sì, 130 i no, 8 astenuti e 13 pesanti assenti, così il Senato salva Berlusconi dal possibile Rubi atto terzo.

 

Solita stranezza antevotazione di Palazzo Madama: fino a poche ora prima dello scrutinio quasi tutti si dicevano pronti a votare per il sì, PD e M5stelle assolutamente pro autorizzazione, poi l’inspiegabile arcano del voto segreto e tutto si ribalta, scoppiano le polemiche, i democratici accusano i Grillini e viceversa. «Forza Italia ha fatto votare 5 Stelle a Roma e Torino, il M5s oggi ha ricambiato il favore, salvando Berlusconi. Alla faccia degli elettori e della coerenza» sostiene infervorata Laura Cantini del PD, ma la controrisposta del capogruppo dei grillini Stefano Lucidi non si fa attendere: «Il Pd con il voto segreto salva Berlusconi e prova a puntellare la sua sempre più scricchiolante maggioranza. Un modo subdolo, dando la colpa ad altri come già accaduto in altre occasioni, giocato sulla pelle della giustizia, per provare ad assicurarsi anche un comportamento benevolo da parte dei berlusconiani e del loro potente sistema mediatico nel referendum costituzionale. Il patto del Nazareno è risorto».

 

Insomma mentre le forze politiche se ne dicono di ogni, il beato Cavaliere tira un bel sospiro di sollievo, perchè le undici conversazioni tra l’ex premier e quelle brave ragazze del Bunga Bunga, pur restando agli atti, non potranno essere utilizzate a suo carico. Appena qualche mese fa Repubblica pubblicava una registrazione tra le tante chiamate intercorse fra Berlusconi e le due olgettine Alessandra Sorcinelli e Barbara Guerra, dalla quale emergeva palesemente un Cavaliere intimorito davanti alle esose pretese di due dame di corte, ma con un paio di bonifici di 50mila euro il pericolo di quelle belle cene eleganti a villa Arcore sembrava momentaneamente scampato. Ora il Senato mette il sigillo.

 

Vai alla homepage di Lineadiretta24.it

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @_MelaniaFusco_

Vuoi commentare l'articolo?

melania fusco

Classe 1982, romana e romanista doc, "fresco" avvocato con la grande passione per la scrittura e l'animo umano. "La penna è il mio pennello e realizzerò grandi opere di libertà".