Anonymous: hackerato il computer di Scopelliti

Nella giornata di sabato, Anonymous avrebbe ‘hackerato’ il computer del governatore della Calabria. L’annuncio, come è loro abitudine, arriva direttamente dal sito internet del gruppo, in cui avrebbero iniziato a pubblicare una serie di documenti in pdf, che altro non erano, da quanto hanno dichiarato, che mail sottratte dal personal computer di Giuseppe Scopelliti. Sembrerebbe inoltre, dalle indagini che la polizia postale sta svolgendo per capire quante macchine sono state ‘hackerate’, che anche i computer di dirigenti e di altre strutture della Regione siano stati violati. Scopelliti ha dichiarato che l’azione compiuta dal gruppo di hacker è un fatto gravissimo ed è stato denunciato alla polizia, ma dall’altra parte dimostra la correttezza del suo operato, visto che i documenti sottratti sono di natura politica ed istituzionale. Anonymous è ormai famoso per i suoi attacchi alle autorità dello Stato o ai siti istituzionali, soprattutto in Italia, clamorosa infatti è stata l’azione compiuta il 19 ottobre, durante la manifestazione contro l’austerity in cui hanno oscurato quattro siti istituzionali. Proprio per questo il gruppo di hacker non intende fermarsi, infatti hanno annunciato che la violazione del computer di Scopelliti era solo l’inizio, altri governatori di Regione, a breve, potrebbero diventare ‘vittime’ di un attacco informatico. Precisamente nel mirino di Anonymous ci sarebbero le regioni Lombardia, Sicilia, Toscana, Campania e Puglia.
{ads1}
Le attività degli hacker non finiscono qui, infatti sempre sul loro blog, in occasione dell’assemblea nazionale dei movimenti contro l’austerity, la precarietà e per il diritto alla casa e ad un reddito, ieri hanno pubblicato un lungo comunicato in cui si dichiarano dalla parte di chi protesta. Nel post suggeriscono alcuni provvedimenti come ad esempio che case sfitte da più di sei mesi siano occupabili e in più un reddito per tutti, continuano scrivendo che <<il diritto alla casa ed al reddito sono due aspetti importanti del diritto all’esistenza, che oltre ad essi comprende: diritto all’istruzione gratuita ad ogni livello, diritto di espressione e dissenso…>>. Proseguendo nel comunicato Anonymous mette a disposizione dei manifestanti i suoi mezzi e le sue capacità e lo fa oscurando il sito Impregilo del gruppo Caltagirone, <<uno dei ‘protagonisti’ nel ramo della costruzione di case>>. Concludono il loro post: <<Vili palazzinari, mentre voi accumulate migliaia di case sfitte che rimangono inutilizzate al solo fine di aumentare artificiosamente il valore delle poche case disponibili, un numero crescente di persone si trova senza abitazione e perciò spesso vede addirittura la propria esistenza messa a repentaglio. Sia maledetto l’arricchimento parassitario dei pochi che lucrano sui bisogni primari dei molti, e l’alloggio è uno di questi bisogni! >>.

Fonti: Adnkronos, blog di Anonymous

di Flavia Donati

Vuoi commentare l'articolo?

Flavia Donati

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->