I C.D. BONUS PER LA STABILIZZAZIONE

Infatti, come precisato nella circolare 131 deIl’lnps, contenente le istruzioni operative per accedere all’incentivo introdotto dal Decreto legge 76/2013, l’ulteriore assunzione prevista dal comma 5 dell’articolo 1 del decreto legge può non essere necessaria quando 1a trasformazione a tempo indeterminato già determina un incremento occupazionale.
Questa lettura del decreto, favorevole alle aziende, è resa possibi1e dal fatto che l’incremento occupazionale si calcola in unità di lavoro anno (c.d. ula), il cui meccanismo viene spiegato con un esempio nel paragrafo della circolare: se un datore di lavoro ha un solo dipendente a tempo determinato che viene trasformato in contratto a tempo indeterminato dopo cinque mesi, la forza media occupata prima della trasformazione è pari a 5/12 e dopo la trasformazione diventa 12/12, concretizzando l’incremento occupazionale richiesto dal Decreto legge senza dover ricorrere ad un’ulteriore assunzione.
L’esempio riportato nella circolare dell’lnps è particolarmente sintetico, ma in termini generali l’assunzione compensativa non è necessaria in tutti i casi in cui il calcolo della forza media nel primo anno seguente la trasformazione risulti superiore a quello dell’anno precedente. Nell’allegato 5 alla circolare, l’lnps indica le varie situazioni che si possono presentare.
L’istituto di previdenza precisa, inoltre, che l’incentivo può essere riconosciuto anche per le assunzioni a tempo indeterminato a scopo di somministrazione, sia che quest’ultima si realizzi a tempo indeterminato o determinato. Tuttavia, il bonus non viene riconosciuto nei periodi in cui il lavoratore non è somministrato presso alcun utilizzatore, questo perché l’incentivo ha la finalità di promuovere l’occupazione, situazione che non si verifica in assenza di somministrazione. Dunque l’agenzia di somministrazione incassa il bonus solo durante i periodi di effettivo impiego del lavoratore e le pause tra una missione e l’altra non determinano un’estensione del periodo complessivo del bonus (18 mesi in caso di nuova assunzione o 12 se si tratta di trasformazione). L’incentivo, che potrà essere concretamente richiesto solo dal giorno in cui l’Inps metterà online il modello 76-2013, è pari a un terzo della retribuzione mensile lorda, con massimo di 650 euro e si applica a fronte dell’assunzione o la trasformazione a tempo indeterminato di un under 30 senza impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi o senza diploma di scuola media superiore o professionale. Se si tratta di una nuova assunzione, il beneficio viene erogato per 18 mesi, che diventano 12 in caso di trasformazione effettuate tra il 7 agosto 2013 e il 30 giugno 2015. Se il contratto prevede una riduzione della quota standard dei contributi, l’incentivo non è pari a un terzo della retribuzione ma viene limitato ai contributi effettivamente versati.

Vuoi commentare l'articolo?

Avv. Oreste Carracino

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->