Germania, giubbotti pieni di sabbia per calmare i bambini a scuola

Stando a quanto riferito dai media tedeschi in Germania circa 200 scuole hanno adottato una insolita iniziativa, quella di far indossare in classe giubbotti pieni di sabbia per calmare i bambini. La prima scuola ad aver abbracciato questa stravagante iniziativa è stata la Grumbrechtstrasse di Amburgo, frequentata da bambini iperattivi e con problemi di attenzione, affetti da Adhd. Questi giubbotti pieni di sabbia arrivano a pesare da 1 fino a 6 chili e il loro costo si aggira intorno ai 140 o al massimo 170 euro.

I giubbotti pieni di sabbia: le polemiche

Germania, giubbotti pieni di sabbia per calmare i bambini a scuola

Inutile dirlo, questa insolita misura, oltre a destare innumerevoli preoccupazioni e a sconcertare gli animi, ha già sollevato molte polemiche tra i genitori dei ragazzi che, a ragione, la considerano una specie di “tortura” legalizzata. Gehild de Wall, capo dell’Unità per l’inclusione sociale della scuola, ha rilasciato la seguente dichiarazione al Guardian: «I bambini adorano indossare questi giubbotti, nessuno li costringe a farlo contro la loro volontà». Il giubbotto in questione infatti viene indossato solo se il bambino accondiscende a tale richiesta e la durata di questa discutibile pratica non supera i 30 minuti. SEcondo gli esperti invece l’adozione di questi giubbotti pieni di sabbia per calmare i bambini a scuola ricorderebbe le vecchie e inquietanti camicie di forza che venivano fatte indossare ai pazienti ricoverati presso i manicomi e le strutture psichiatriche. Lo scetticismo di molti psichiatri riguardo l’utilizzo di questi giubbotti pieni di sabbia a scuola è dovuto al fatto che ancora non si conoscono gli effetti psicologici che potrebbero derivarne. Inoltre non è chiaro se l’uso a lungo termine di tali giubbotti possa rivelarsi nocivo per la salute e il benessere psicologico dei ragazzi affetti da Adhd.

Intanto non tardano a farsi sentire le critiche da parte dei genitori che esprimono il loro dissenso sui social network. Un papà  ha espresso la sua perplessità scrivendo un post su Facebook: «Come si può dire al proprio figlio che è malato e che come punizione deve indossare un giubbotto pieno di sabbia che lo farà sembrare un perfetto idiota davanti a tutti i suoi compagni di classe?».

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @Vale_Perucca

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina Perucca

Valentina Perucca nasce a Roma nel 1982. Dopo aver conseguito la maturità classica si laurea in Lettere e Filosofia, all'Università La Sapienza di Roma. Appassionata di arte, letteratura, musica, viaggi. Specializzata in linguistica e glottodidattica, insegna italiano a tutti coloro che vogliono impararlo. Ama Catullo, Ovidio, Euripide, Sofocle, suoi migliori amici fin dalla più tenera età. Odia gli arrivisti, gli arrampicatori sociali e i cercatori d'oro.