New York, attrito tra De Blasio e la polizia

Fredda accoglienza al Madison Square Garden per Bill De Blasio. Il sindaco della Grande Mela è stato salutato, tra applausi e fischi di disapprovazione, dalla folla riunitasi per la cerimonia di diploma di 884 nuove reclute del Dipartimento di Polizia di New York.
Il dissenso ha raggiunto l’acme quando un cadetto, alle parole del Sindaco «Vi confronterete con problemi che non avete creato», ha gridato «l’hai fatto tu», scatenando il plauso della folla.

I motivi di attrito tra la polizia e il primo cittadino si devono ai recenti episodi che hanno visto come protagonisti le forze dell’ordine e alcuni cittadini afroamericani. Il 2014 ha annoverato svariati conflitti a fuoco riguardanti la comunità nera: Michael Brown, Akai Gurley, Tamir Rice ed Eric Garner sono soltanto alcuni degli afroamericani che hanno perso la vita durante uno scontro con la polizia. Il 20 dicembre scorso Ismaaiyl Brinsley, un afroamericano che si era già reso responsabile di altre aggressioni, aveva freddato, in segno di ritorsione, Wenjian Liu e Rafael Ramos, due poliziotti la cui uccisione, secondo l’omicida, avrebbe vendicato la morte di Garner e Brown. L’aggressore, braccato dalla polizia, si è poi tolto la vita.
La polemica tra Sindaco e polizia è divampata in seguito ad alcune dichiarazioni di De Blasio sull’operato delle forze dell’ordine: il Sindaco, che ha creato con la moglie Chirlane una bella famiglia multirazziale, ha confessato di sentirsi, a volte, in apprensione per il figlio Dante. Inoltre, a Di Blasio era stato rimproverato il supporto a favore delle proteste dei cittadini afroamericani.

La NYPD aveva lamentato scarsa solidarietà da parte del Sindaco e manifestato le proprie rimostranze già in occasione del funerale dell’agente Ramos, quando aveva scelto di voltare, letteralmente, le spalle a De Blasio. Un comportamento giudicato inappropriato anche dal Commissario Bill Bratton, che ha preso parola alla cerimonia di diploma dopo il Sindaco per sottolineare il supporto del Campidoglio e lo stanziamento di nuovi finanziamenti da parte del Comune per incentivare la sicurezza.
Il primo cittadino ha già partecipato a un incontro privato con i capi delle Unions per intraprendere la strada del risanamento dei rapporti con le forze dell’ordine; risanamento ancora lontano per quanto riguarda Patrick Lynch, il leader della Patrolment’s Benevolent Association, il maggiore sindacato di polizia di New York. Lynch è stato uno dei critici più severi del Sindaco, arrivando a rimproverare De Blasio di «avere le mani sporche di sangue». L’amministrazione ha reso noto che a breve si terranno altri meeting volti ad appianare le divergenze, ma non ne si conoscono ancora tempi e modalità. Intanto ci si appresta a dare l’estremo saluto all’agente Wenjian Liu.

Twitter @claudia_pulchra

Bill-De-Blasio-foto-Getty

Foto: Getty

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellicano