Teatro Golden, al via la nuova stagione

Otto spettacoli pensati e realizzati per l’arena diretta da Andrea Maia, di cui il 90% autoprodotti dal teatro, raccontano l’attualità con sguardo esilarante e critico, tra crisi economica, amore e amicizia. Un cartellone insolito per una realtà unica nel panorama romano, quella del teatro in franchising 7 camicie, che presta il palco a testi inediti ed originali rivisitazioni, con la precisa volontà di mettere al bando gli inflazionatissimi grandi classici del teatro italiano. Si parte con Prigioniero della seconda strada, rilettura del lavoro di Neil Simon, che vede Maurizio Casagrande e Tosca D’aquino barcamenarsi tra problemi di lavoro e licenziamenti, gli stessi che affliggono Euridice Axen e Stefano Fresi in Zio Pino, diretto da Massimo Natali. Un affresco dell’Italia di oggi, divisa tra furbetti, cialtroni e onesti, è al centro della satira dei Favete Lingus, di nuovo al Golden guidati dal regista Augusto Fornari in Fratelli D’Italia. Tra i graditi ritorni anche quello dell’ habituè Michele La Ginestra, in scena che con Elda Alvigini in Ricominciamo?, commedia romantica che segna l’esordio alla regia del comico Roberto Ciufoli, in cartellone anche con la prima del suo monologo Oh!Dissea. Il Natale si tinge di romanticismo con Chiamalo ancora amore di Toni Fornari e Uomini senza donne, con Ludovico Fremont (subentrato dopo l’abbandono in corsa di Francesco Arca) e Valerio Morigi.Sebastiano Somma in Incubi d’amore è invece un pittore playboy alle prese con un percorso di psicoanalisi con la Dottoressa Giosi, Benedicta Boccoli. Chiude la stagione Ritorno al presente che dal 21 aprile vedrà sul palco Elena di Cioccio, Nicolas Vaporidis, Augusto Forari e Luca Angeletti.

{ads1}

Si confermano i consueti appuntamenti con i 14 spettacoli di Zelig condotti da Laura Rocco, mentre Musicalmente di Massimo Natale segnerà il debutto del musical. E ancora la poesia di Alda Merini in Merimia, la comicità esilarante di Giancarlo Ratti, e lo spettacolo Una Storia Bandita messa in scena dalla compagnia Stabile Assai della Casa Circondariale di Rebibbia. Gli spettacoli resteranno in scena quattro settimane.

Vuoi commentare l'articolo?

Eva Elisabetta Zuccari

Per lavoro e per passione racconto storie. Dalle esistenze straordinarie di persone comuni ai "pancini sospetti" del Gossip. Giornalista in divenire, classe 1989, curiosa. Spio tutto e tutti: voi non sapete chi sono io, ma io potrei già sapere chi siete voi.

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->