Simon & the STARS: il nuovo fenomeno mediatico

Come fa un avvocato quarantenne a diventare un fenomeno mediatico? Chiedetelo a Simone Morandi, meglio conosciuto dal popolo di Facebook, come Simon & the STARS. Nato sotto il segno dell’Acquario, Simone Morandi, è riuscito a trasformare la passione che aveva da anni in, come dice lui stesso, una “vera e propria seconda identità”. Il nascente astro-avvocato è diventato un vero e proprio fenomeno del web con più di settantamila followers a seguito, grazie alle previsioni astrali giornaliere che dona ai suoi affezionati. Alla conferenza stampa, tenutasi presso il Piccolo Eliseo di Roma, Simone Morandi ha presentato il suo primo libro, L’Oroscopo 2016 di Simon & the Stars (Vallardi).

A moderare la conferenza stampa, in un clima colloquiale a dir poco piacevole, quasi amichevole, la giornalista Ester Palma, che si è dimostrata capace di tirar fuori le chicche del libro e la raffinatezza dell’autore. In questo suo primo libro, Simon racconta l’oroscopo come un “giro dell’anno”, un percorso articolato in 12 tappe, che corrispondono ai 12 mesi e ai 12 segni zodiacali. La prima domanda che la Palma pone a Simon è: “Come si conciliano da un punto di vista pratico astrologia e giurisprudenza?” e Simon scherzosamente risponde: “Non dormendo!” e continua “Questi due hanno molto in comune, tutto sommato entrambi lavorano di fantasia, codificano, entrambi ragionando per simboli. Io sono sempre stato attratto dai simboli e dai collegamenti, da piccolo mi divertivo a notare le correlazioni tra le cose, e più o meno è quello che succede sia nell’astrologia, sia nella giurisprudenza”. La nascita della pagina di Facebook di Simon & the STARS è nata per caso, come nelle migliori storie. “Avevo sentito dire che esistevano delle Pagine con i fan ma non ne aveva mai vista una, così, quasi per gioco, ho aperto un profilo e mentre modificavo l’immagine del profilo sperimentando l’armonia estetica dell’orologio astrologico di Praga, è apparso il primo MI PIACE e poi a seguire ne sono arrivati altri, è stato un crescendo”. Non c’è da stupirsi se in poco tempo sia riuscito a conquistarsi una fetta di pubblico così ampia. Il segreto di Simon e della sua pagina di amici, risiede nello scambio, le persone interagiscono tra di loro, alcuni addirittura dopo essersi conosciuti virtualmente si sono anche innamorati, insomma, una pagina web impalpabile che trasforma la comunicazione in qualcosa di credibile.

E come non concludere la conferenza con domanda banale, ma quasi inevitabile: “Quale sarà il segno vincente del 2016?”, “È difficile parlare di un vero e proprio primo posto di podio, diciamo che tutti i segni “Fissi”, ovvero Toro, Leone, Scorpione e Acquario entrano nel nuovo anno letteralmente “liberati” da un cielo pesante che ha rallentato il loro passo con sfide e ritardi per quasi tre anni”.

Vuoi commentare l'articolo?

Arianna Arete Martorelli

Nasce a Roma lo stesso giorno di Francesco Facchinetti, che coincide casualmente con la data di morte di Leonardo da Vinci. Dopo il primo vero colloquio della sua vita, nell’ottobre 2013 diventa redattrice della sezione cultura e spettacolo per Lineadiretta24.it tra un articolo e un altro, nel tempo libero, si interessa di molte cose: cinema, teatro, fotografia, musica… concretamente gira, vede gente, si muove, conosce, fa cose. Dopo la laurea vorrebbe partire alla volta di New York per intervistare David Letterman. Spera di non dover mai scendere a compromessi meschini, odia bere l’acqua dalle tazze e i “no” a prescindere, crede fermamente che comunque, in fin dei conti, il destino ha sempre più fantasia di noi.