Rendez-vous, festival del cinema francese a Roma

Il cinema francese ha sempre ricoperto un ruolo di fondamentale influenza e importanza nel panorama cinematografico internazionale, proprio per questo motivo l’Italia si è presa l’incarico di promuovere il nuovo cinema della scuola transalpina. Parte proprio da Roma la quinta edizione di Rendez-vous, il festival dedicato al nuovo cinema francese. Il viaggio parte dalla Capitale e nell’arco di poco meno di un mese, toccherà le città di: Napoli, Bologna, Palermo Torino e da quest’anno Lecce. La rassegna, promossa dall’Ambasciata di Francia in Italia, con la collaborazione di Unifrance Films e il sostegno di BNL ha l’obiettivo di raccontare le nuove tendenze, da quelle contemporanee a quelle passate, attraversando un po’ tutti generi da quelli più raffinati a quelli di produzione popolare fino ad arrivare alle pellicole indipendenti. Inoltre, l’intento del festival è quello di far conoscere e scoprire al pubblico italiano la grande varietà del cinema contemporaneo francese.

Dall’8 al 12 aprile, la città di Roma ospiterà grandi nomi come Fanny Ardant, madrina della manifestazione, Mathieu Amalric, Robert Guédiguian, Cédric Khan e infine Julie Bertuccelli, Eric Toledano e Olivier Nakache, registi della commedia dei record Quasi amici, con il loro nuovo film, Samba. Fanny Ardant presenterà poi nel corso della manifestazione il suo secondo film da regista: Cadences Obstinées, un racconto lirico e pittorico che intreccia arte e passione in cui dirige Asia Argento, Franco Nero e Gérard Depardieu. Il film, accompagnato dalla regista, farà tappa anche a Bologna, dove la Cineteca di Bologna le dedica un omaggio speciale, che ripercorre quattro tappe significative della sua carriera. L’attore Mathieu Amalric, vincitore per ben tre volte del Premio César, sarà invece protagonista di un incontro con il pubblico e presenterà quattro dei suoi film da regista a Villa Medici, dove verrà presentata la sezione “Cineasti del presente”, con tre lungometraggi di giovani registi: Jean-Charles Hue, Thomas Salvador, Robin Campillo. Ad aprire il fronte dei giovani autori francesi ci sarà Thomas Cailley con il pluripremiato The Fighters – Addestramento di vita. I numeri parlano chiaro, con 111 milioni di biglietti staccati, il 114% di crescita, il 2014 è stato il secondo miglior risultato degli ultimi 20 anni, dopo il record del 2012 con l’Oscar di The Artist e del bellissimo film Quasi amici. La finestra che apre Rendez-vous è l’occasione di familiarizzare con questo nuovo cinema ricco di storia e contemporaneità.

Vuoi commentare l'articolo?

Arianna Arete Martorelli

Nasce a Roma lo stesso giorno di Francesco Facchinetti, che coincide casualmente con la data di morte di Leonardo da Vinci. Dopo il primo vero colloquio della sua vita, nell’ottobre 2013 diventa redattrice della sezione cultura e spettacolo per Lineadiretta24.it tra un articolo e un altro, nel tempo libero, si interessa di molte cose: cinema, teatro, fotografia, musica… concretamente gira, vede gente, si muove, conosce, fa cose. Dopo la laurea vorrebbe partire alla volta di New York per intervistare David Letterman. Spera di non dover mai scendere a compromessi meschini, odia bere l’acqua dalle tazze e i “no” a prescindere, crede fermamente che comunque, in fin dei conti, il destino ha sempre più fantasia di noi.